Urlava di volersi buttare sotto un treno, agenti salvano un pakistano

giovedì 11 ottobre 2018

La Polizia Ferroviaria di Lecce hanno attuato le procedure del Protocollo “S.O.S. disagio psichico”.

Nei giorni scorsi gli agenti della Polizia Ferroviaria di Lecce sono intervenuti per salvare un pakistano senza fissa dimora, che voleva suicidarsi.

L’uomo era nei pressi della ex rimessa treni dello scalo ferroviario di Lecce. Alla vista degli agenti, ha iniziato ad urlare di voler morire e di volersi buttare sotto un treno perché stanco di vivere in quelle condizioni. Con non poca fatica gli agenti sono riusciti a convincerlo a desistere dal suo intento e ad accompagnarlo nei propri uffici. Durante il tragitto, però, lo straniero ha tentato più volte di divincolarsi con l’intento di lanciarsi sotto un treno, ma, la professionalità degli agenti, ha consentito di riportare alla calma l’uomo, affidato alle cure sanitarie del Servizio 118.

Nell’occasione del salvataggio dello straniero, gli agenti della Polizia Ferroviaria di Lecce hanno attuato le procedure del Protocollo “S.O.S. disagio psichico”, volto a favorire il dialogo e ad aiutare le persone in difficoltà che gravitano in ambito ferroviario.

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
16/10/2018
L'operazione "I soliti sospetti" si è ...
Cronaca
16/10/2018
È stato arrestato nell’ambito ...
Cronaca
16/10/2018
Il provvedimento della Asl di Lecce nei confronti del dirigente dell'Unità ...
Cronaca
16/10/2018
L’uomo è stato fermato dai carabinieri dopo ...
L’influenza ogni anno costa alle casse dello Stato 10 miliardi di euro. Intervista al responsabile Igiene e ...
clicca qui