Murales sotto il ponte a Collemeto, Anas promuove la street art

lunedì 8 ottobre 2018

L’iniziativa ha coinvolto l’artista ‘Checkos’Art’ che è intervenuto sulla struttura della strada statale 101.

Il paesaggio della campagna salentina e il volto di una donna, sovrapposto in stile optical, che guarda oltre il muro con uno sguardo rivolto al futuro. È il tema del murales realizzato dallo street artist ‘Checkos’Art’, originario di Lecce, che per Anas ha dipinto le pareti sottostanti il ponte al km 16,700 della strada statale 101 a Galatina, in località Collemeto. Finanziato da Anas e realizzato da Checkos’Art, con la direzione artistica di ‘167bstreet’ in collaborazione con il Comune di Galatina, il murales è stato eseguito nell’ambito di un progetto più ampio di Anas in molte regioni.

“Anas - afferma il responsabile Marketing & Servizio Clienti dell’azienda, Claudio Arcovito - ha intrapreso un percorso che utilizza la street art come strumento per coadiuvare la strategia di investimento nella manutenzione e valorizzazione delle proprie infrastrutture e, in casi come questo di Collemeto, anche per proteggerle da vandalismo e degrado”.

“Abbiamo ritenuto di individuare la vita nei campi e, quindi, il nostro paesaggio come l’immagine che possa rappresentare al meglio l’identità della comunità collemetese -sottolinea l’assessore alla Cultura di Galatina, Cristina Dettù-, c’è anche l’immagine del futuro, di quei giovani che non smettono di guardare al domani investendo nella propria terra d’origine”.

News e foto: Ansa

Altri articoli di "Arte e archeologia"
Arte e archeologi..
07/10/2018
Nell’ottobre del 1932, tre pescatori di Porto ...
Arte e archeologi..
28/09/2018
Gli archeologi di Unisalento hanno portato alla luce tre ...
Arte e archeologi..
21/09/2018
La Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio ...
Arte e archeologi..
05/09/2018
Nuovo appuntamento in cartellone per il progetto artistico ...
Elenchi non aggiornati nelle Asl e le lettere di convocazione per lo screening mammografico non arrivano: polemica in ...
clicca qui