La Mantia-Mancosu, la corazzata Verona si arrende in casa

venerdì 5 ottobre 2018
I salentini espugnano il "Bentegodi" dopo tredici anni e infilano il quarto risultato utile consecutivo.

Un Lecce strepitoso, attento ed efficace in ogni reparto, si impone sul campo dell’Hellas Verona capolista con un secco 0-2. I giallorossi dimostrano mentalità da grande squadra, riuscendo a contenere gli avversari, miglior attacco del campionato, nei momenti difficili del match e al contempo a produrre una gran mole di gioco che ha portato alla realizzazione di due gol bellissimi e decisivi, entrambi con protagonista un Mancosu da categoria superiore. I ragazzi di Liverani conquistano così tre punti importantissimi che li proiettano direttamente al secondo posto in classifica, a meno uno proprio dall’undici di Grosso.

Solito 4-3-1-2 per il Lecce, costretto a rinunciare all’acciaccato Falco, mentre l’Hellas Verona scende in campo con un 4-3-3 a trazione decisamente anteriore con Pazzini punta centrale. Nei primi minuti i padroni di casa provano a fare la voce grossa, trovandosi opposti un undici, quello di Liverani, che non rinuncia certo a giocare. Dopo quattro minuti di gioco prima conclusione del match con il colpo di testa da calcio d’angolo, alto, operato da Marrone. Al 7′ bella manovra di marca salentina culminata nel mancino dal limite di Scavone che, liberato in orizzontale da Mancosu, calcia al lato. Quattordicesimo minuto e grandissima occasione sponda veronese: Matos trova l’accorrente Laribi, il cui tiro di prima intenzione è deviato in corner da un ottimo Vigorito. Il Lecce non sta a guardare e risponde tre giri di lancette dopo, quando La Mantia non si accorge subito che l’uscita errata di Silvestri gli ha praticamente sguarnito la porta davanti a sé, tardando nella conclusione respinta dai difensori di casa. Al ventesimo ancora Laribi, lanciato in profondità, quasi solo davanti a Vigorito non trova la porta in diagonale. Al 28′ Tabanelli bravissimo nello sradicare un pallone dai piedi di Crescenzi, meno nel tentare una conclusione strozzata e facilmente parata da Silvestri. Nemmeno un minuto ed è il Verona ad andare al tiro con Colombatto, che angola troppo da buona posizione al termine di un’azione insistita sul settore di destra. La gara è vibrante, le azioni da rete si susseguono. Al 34′ palla-gol clamorosa sulla testa di Tabanelli, che riceve una palla d’oro di Mancosu ma si vede respingere in angolo la conclusione a botta sicura da un prodigioso intervento di Silvestri. Ancora Lecce a un soffio dal gol al trentottesimo con un imprendibile Mancosu, che dopo aver ricevuto da Scavone una palla al limite dell’area calcia a botta sicura, trovando la respinta del suo stesso compagno La Mantia. Nel primo minuto di recupero il Lecce passa: Mancosu è una furia, elude la marcatura di Crescenzi e scodella sul secondo palo per La Mantia, che insacca a porta libera valorizzando al meglio il suo gran movimento e la giocata del compagno. I giallorossi chiudono così la prima frazione in vantaggio.

Verona propositivo alla ricerca del pari nella ripresa, e al tiro già al quarantottesimo con Lee da fuori; Vigorito blocca sicuro. Gli scaligeri effettuano vari tentativi di aumentare la pressione sulla squadra di Liverani, che però contiene senza alcun problema. I giallorossi anzi sprecano almeno un paio di ottime ripartenze fino al sessantottesimo, quando trovano il gol del raddoppio. L’azione manovrata sulla trequarti porta la palla sul mancino di Mancosu, che fulmina Silvestri con un tiro potente sotto l’incrocio dei pali. Stavolta la reazione dell’Hellas c’è e arriva dopo appena un minuto con una grande incursione di Crescenzi, che vince il rimpallo con Meccariello e lascia partire un diagonale sporco su cui Vigorito è bravissimo ad intervenire e mandare in angolo. All’81’ Palombi, lanciato in profondità da Bovo, ha sul mancino la palla del definitivo ko, disinnescata dalla respinta di piede di Silvestre. Nel Verona è ancora Laribi il più pericoloso: all’ottantaquattresimo il fantasista di casa calcia forte verso la porta di Vigorito da posizione defilata, trovando la deviazione in angolo ancora dell’attento portiere giallorosso. Nel finale è assedio veronese, che porta a una serie di attacchi che sbattono contro la compattezza dei giallorossi. E’ 0-2 finale.

Il campionato di B riposa settimana prossima, con il Lecce che tornerà in campo ospitando il Palermo domenica 21 alle 21.

Fonte: Salentosport.net
 
Altri articoli di "Calcio"
Calcio
18/10/2018
Il fantasista giallorosso ha saltato per infortunio la gara ...
Calcio
17/10/2018
Chiuso l'iter burocratico: ora tocca alla Prefettura dare ...
Calcio
17/10/2018
Domani, giovedì 18 ottobre, alle ore 15:30, appuntamento con la gara ...
Calcio
13/10/2018
A causa dei lavori di completamento del manto erboso, la ...
Uno studio dell’équipe del professore Carlo Foresta, che ha coinvolto diversi studenti, mette in luce dei ...
clicca qui