La Xylella scoperta in Belgio: il batterio nell’ulivo di un vivaio

venerdì 5 ottobre 2018
La contaminazione in piante di olivo sintomatiche di provenienza spagnola. Tutti gli esemplari distrutti dopo il ritrovamento.

La xylella arriva in Belgio. Ne dà notizia infoxylella.it. La segnalazione è apparsa sul sito dell’AVBS Associazione professionale fiamminga per le piante ornamentali e le aree verdi, ripresa quindi dalla Ansa. Il batterio è stato rilevato, a seguito di un'ispezione di routine delle autorità fitosanitarie locali (FAVV) presso una ditta nelle Fiandre occidentali, in un lotto di ulivi con sintomi sospetti provenienti da un vivaio spagnolo ad oltre 70 chilometri di distanza dall'area infetta della Provincia di Alicante. Dopo aver prelevato i campioni e aver avuto la conferma dell'infezione da Xylella con test di laboratorio, tutte le piante sono state distrutte. Le autorità spagnole stanno svolgendo controlli nell'azienda fornitrice del materiale vegetale. Il vivaio che aveva ricevuto il lotto ha inoltre deciso di distruggere tutti gli ulivi presenti in azienda.

Altri articoli di "Ambiente"
Ambiente
16/10/2018
L’iniziativa dell’Arci-Biblioteca di Sarajevo: ...
Ambiente
16/10/2018
Nella serata di ieri sono stati individuati oltre dieci ...
Ambiente
15/10/2018
Il premier Giuseppe Conte ha convocato parlamentari e consiglieri regionali del M5S a ...
Ambiente
15/10/2018
Un’interrogazione del Movimento 5 Stelle ...
L’influenza ogni anno costa alle casse dello Stato 10 miliardi di euro. Intervista al responsabile Igiene e ...
clicca qui