Detenuto incendia la cella, un altro ferisce agente. Osapp: “A Lecce situazione grave”

lunedì 24 settembre 2018

Quattro poliziotti intossicati nel tentativo di spegnere il rogo nel penitenziario salentino. La denuncia del segretario Ruggero Damato.

Un recluso magrebino di circa 30 anni ha dato fuoco alla cella. Lo denuncia Ruggero Damato, segretario dell’Osapp: “Il detenuto sistemato nel reparto C1 II sezione con problemi psichiatrici, da poco trasferito da altro istituto ha incendiato la stanza. Sono intervenuti poliziotti per mettere in sicurezza gli altri reclusi, trasportati presso il nosocomio leccese per intossicazione. A due agenti, dai primi riscontri, sono stati dimessi con 3-5 giorni di prognosi, agli altri due agenti 6-8 giorni salvo complicazioni”.

Ieri invece un poliziotto penitenziario è finito in ospedale. Verso le 13 mentre era nel reparto di osservazione psichiatrica del penitenziario leccese, impegnato a separare due reclusi italiani di circa 30 anni per reati legati agli stupefacenti ha subito un’aggressione con una ferita al volto. Inviato al nosocomio leccese per accertamenti, ha avuto 4-5 giorni di prognosi: “Da quello che si sa -spiega Damato- è stata avviata una profilassi in quanto parrebbe che il recluso sia affetto da patologia infettiva”.

L'Osapp rimane critico nella gestione della dirigenza regionale del penitenziario leccese: “Siamo preoccupati perché già dalle prossime ore sarà attuata la cosiddetta turnazione su tre quadranti e cioè le otto ore a turno che sono vietate dalle norme contrattuali. Rimaniamo fermi nello stato di agitazione, e chiediamo un urgente ispezione ministeriale per le gravi carenze di personale del penitenziario leccese”.

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
11/12/2018
Gli spari si sono registrati attorno alle 20 da parte di un ...
Cronaca
11/12/2018
L'operazione dei carabinieri di Sesto San Giovanni ...
Cronaca
11/12/2018
L’incidente questa mattina nelle vie di San Pietro in ...
Cronaca
11/12/2018
Tre proiettili hanno raggiunto la saracinesca e la vetrata ...
L’Organizzazione Mondiale della Sanità avvisa: l’abuso di antibiotici ha prodotto ceppi di batteri ...
clicca qui