"Cauto ottimismo" per Lele Spedicato, resta la prognosi riservata. L'Asl: "Lento miglioramento"

mercoledì 19 settembre 2018

Dal bollettino medico dell’Asl Lecce, nonostante la prognosi riservata del chitarrista dei Negramaro, si evince che gli esami diagnostici hanno evidenziato un lento miglioramento. La band ringrazia per l’affetto.

Le condizioni di Emanuele Spedicato, il chitarrista dei Negramaro, in prognosi riservata in seguito a una emorragia cerebrale, sarebbero stabili, ma in lento miglioramento. Lo rivela il bollettino medico emesso dall’Asl di Lecce nel pomeriggio di oggi, d’accordo coi familiari del musicista.

“Gli esami diagnostici – si legge nel comunicato - evidenziano un lento miglioramento. C’è cauto ottimismo sulle condizioni di salute di Emanuele Spedicato, dopo la sua seconda notte trascorsa nella Rianimazione dell’Ospedale ‘Vito Fazzi’ di Lecce.

Il personale sanitario ha sottoposto il paziente a diverse TAC, il cui esito conferma l’evoluzione positiva del quadro clinico del paziente, che permane sostanzialmente stabile. Anche i parametri vitali, monitorati costantemente, continuano ad essere buoni. La prognosi, vista la gravità del caso, resta comunque riservata”.

Intanto sulla pagina della band, è comparso un post per ringraziare tutti coloro che sono vicini a Lele Spedicato e al gruppo: “Grazie a tutti per questo caloroso sostegno e questo grande affetto. Siamo certi che il nostro Lele lo stia raccogliendo tutto per tornare più forte".

Un modo per ringraziare tutti coloro che, in queste ore difficili, hanno manifestato vicinanza a Lele, chitarrista della band, e a tutto il gruppo. Dopo quanto accaduto al giovane artista, ancora in prognosi riservata in ospedale in seguito ad emorragia cerebrale, gli amici (prima che colleghi) attendono con ansia buone notizie sulle sue condizioni. Un'attesa lunga e snervante, circondati però dall'abbraccio simbolico di tante persone, tra artisti e fan.

"Serviranno ancora i vostri pensieri più positivi per i giorni che verranno" aggiungono poi. "Non sarà un’attesa facile ma gli siamo tutti vicini. Saremo forti e pronti per il suo grande ritorno. #ForzaLele"

Altri articoli di "Lecce"
Lecce
18/12/2018
Presentati i dati del progetto Minore: ora il monitoraggio sui 35mila pozzi che emungono ...
Lecce
18/12/2018
La società che gestisce la manutenzione del sistema ...
Lecce
18/12/2018
I Vigili del Fuoco di Lecce e l’Associazione ...
Lecce
18/12/2018
Attestazioni di solidarietà nei confronti del ...
Una ricerca costata pochissimo dell’Università del Salento (Dipartimento di Fisica) ci svela tutti i virus ...
clicca qui