Asl, da ottobre assunti a tempo indeterminato 136 lavoratori precari

mercoledì 12 settembre 2018

È stata adottata la delibera che prevede 136 assunzioni a tempo indeterminato.

Sono 136 le unità stabilizzate dal prossimo 1° ottobre 2018. Come preannunciato, la Direzione Strategica ASL Lecce ha adottato oggi la delibera che definisce la procedura di stabilizzazione del personale precario del Comparto Sanità, Tecnico e Professionale che, al termine dell’iter di verifica, è risultato essere in possesso dei requisiti previsti dall'articolo 20 commi 1 e 11 del Decreto Legislativo 75/2017 (Decreto Madia). La stabilizzazione, almeno per ora, non riguarda il personale infermieristico.

I nuovi contratti a tempo pieno e indeterminato, che decorreranno dal 1° ottobre, interessano 126 unità di personale tecnico-professionale del Comparto Sanità. In particolare: 86 operatori socio sanitari, 11 infermieri pediatrici, 10 tecnici di radiologia medica, 4 tecnici della riabilitazione psichiatrica, 4 tecnici di laboratorio, 6 tecnici della prevenzione sui luoghi di lavoro, 2 dietiste, 2 ostetriche, 1 tecnico della fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione cardiovascolare. Sono 10, invece, i dirigenti sanitari e tecnici stabilizzati: 6 dirigenti medici, 2 biologi, 1 fisico e 1 farmacista.

Con la conclusione di questa prima fase del percorso di stabilizzazione, ASL Lecce segna una tappa importante per il concreto superamento del precariato e la valorizzazione dell’esperienza umana e del bagaglio professionale di una consistente fascia di personale che era e resta un patrimonio a disposizione dell’azienda e dei cittadini, per il miglioramento dell’efficienza e dell’efficacia dei servizi sanitari.

 

Altri articoli di "Sanità"
Sanità
18/01/2019
Arrivano venti nuovi operatori e più ore di ...
Sanità
17/01/2019
Eccezionale intervento di chirurgia toracica mini-invasiva ...
Sanità
17/01/2019
L’inconveniente era causato dal cattivo funzionamento ...
Sanità
17/01/2019
Il Decreto del ministro Grillo è stato emesso a ...
In questi giorni alcune testate giornalistiche stanno dando molto spazio alle “linee guida per i maschi” ...
clicca qui