“Terre: voci, canti e incantamenti”: a Frigole la rassegna dedicata al Salento

giovedì 6 settembre 2018
Il Salento, la Capitanata e la Lucania. Nel Salone Comunale, indagini sulla cultura contadina. Atti di presenza per Frigole a cura del Fondo Verri.

Nuovo  appuntamento, a Frigole, negli spazi del Salone Comunale di Piazza Baracchi, venerdì 7 settembre 2018, dalle 20.00 per “Terre, voci canti e incantamenti”, rassegna proposta dal Fondo Verri di Lecce nell’ambito delle iniziative di "Approdi - Luoghi, pratiche e arti nella città di Lecce e nelle sue marine".

La serata è dedicata al Salento, terra di amori, di credenze e di magie ospiti della serata la cantante Anna Cinzia Villani con il concerto recital “Canto di donne, terra e sale” e l’artista Maria Grazia Carriero autrice del libro “Arte e ricerca etnografica – Il laùru: i luoghi, gli incontri, le testimonianze” edito da Progedit nella collana: Antropologia e mediterraneo.

Introduce la serata Eugenio Imbriani (docente di Antropologia culturale e Storia delle tradizioni popolari nell’Università del Salento). 

I fenomeni legati alla realtà dell’uomo, alla memoria, alle relazioni tra soggetto, oggetto, simbolo e potere evocativo, comunicativo, magico e apotropaico sono il punto di partenza e ispirazione per la ricerca artistica di Maria Grazia Carriero. L’esplorazione di antiche credenze e le forme in cui si manifestano trovano spazio in un percorso caratterizzato dalla ricerca della narrazione. Una figura particolarmente emblematica pervade alcuni luoghi ed è il soggetto principale di antichi racconti: il laùru. Si narra di oggetti che inspiegabilmente cadono al suolo durante la notte, di sensazioni di soffocamento, lividi sul corpo, crini di cavallo intrecciati, di donne o bambine con ciocche di capelli tagliate. L’indagine prende forma attraverso la trascrizione di 38 videointerviste, svolte in diversi comuni pugliesi, ma il fenomeno è noto con altri nomi a seconda delle aree geografiche, delle relative culture e dialetti. Il libro è introdotto da Lorenzo Madaro e si chiude con la postfazione di Antonio Basile.

Maria Grazia Carriero è nata a Gioia del Colle, nel 1980, artista e docente di Discipline pittoriche, si forma in Arti visive e discipline per lo spettacolo, indirizzo pittura, presso l’Accademia di Belle Arti di Roma. Protagonista di numerose mostre personali e collettive, vanta importanti partecipazioni a rassegne di video d’artista alla Fabbrica del Vapore (DOCVA) di Milano e alla Fondazione Merz di Torino; nel 150° anniversario dell’Unità d’Italia espone al Rathaus di Stoccarda. Finalista nel 2012 del Premio Zingarelli Rocca delle Macìe, ha esposto in prestigiose istituzioni pubbliche e private, dalla galleria Pall Mall di Londra ai Kantieri Teatrali Koreja di Lecce e alla Fondazione Pino Pascali di Polignano a Mare.

Il percorso di ricerca di Anna Cinzia Villani muove da profondo interesse per la memoria sonora e corporea del Salento, tutte le sue scelte artistiche sono attente a divulgare, salvaguardandole,  caratteristiche e sfumature che in un’epoca di appiattimento e omologazione culturale andrebbero certamente perdute.

Già negli anni ’90, mentre collaborava con gruppi storici come il Canzoniere Grecanico Salentino, Anna Cinzia Villani incontra e abitualmente frequenta gli interpreti più autentici della tradizione  popolare salentina, gli “alberi di canto”, persone che, se pungolate con la giusta dose di pazienza e amorevolezza, possono trasmettere tradizione e capacità di improvvisazione del canto, del suono e del ballo. La Villani si è impadronita delle tecniche peculiari del canto e dell’intenzione che si cela dietro ai passi della Pizzica pizzica, che rende unici i suoi laboratori didattici in Italia e all’estero.

Dopo numerose collaborazioni discografiche esordisce nel 2008 con Ninnamorella (Anima Mundi / Afq), il suo primo lavoro da solista apprezzato dalla critica per la profondità dell’approccio. “Lei ha una voce atavica, di impressionante potenza, di sconvolgente maturità, […] un tesoro svelato” scrive Guido Festinese su Alias (inserto musicale del manifesto) del 30 maggio 2009. Il disco ha avuto ampio successo in Italia e all’estero ed e stato programmato da diverse radio nazionali (Radio Rai 3, Radio Popolare, Radio Onda d’Urto, etc.) e straniere (BBC Radio 3, Inghilterra, Radio Vancouver, Canada, etc.). Del marzo 2012 e invece l’album Fimmana, mare e focu! (Anima Mundi), selezionato dalla commissione di Puglia Sounds, in riferimento al bando regionale “Recording”, per essere supportato nell’attività di promozione.

Appuntamento il 7 settembre a Frigole, Salone Comunale, Piazza C. Baracchi - ore 20


 

Altri articoli di "Cultura"
Cultura
17/12/2018
Nella giornata di ieri hanno preso il via le manifestazioni per le festività ...
Cultura
15/12/2018
Amministrazione comunale e Fondazione Fitzcarraldo insieme ...
Cultura
14/12/2018
La domanda è stata presentata dal Comune insieme ...
Cultura
14/12/2018
Sabato 15 dicembre a Corigliano d'Otranto incontri, ...
Una ricerca costata pochissimo dell’Università del Salento (Dipartimento di Fisica) ci svela tutti i virus ...
clicca qui