Assalto da record alla Poesia. Potì: "Necessario limitare gli eccessi"

giovedì 16 agosto 2018

Centinaia di bagnanti hanno preso dall'assalto la piscina naturale della Poesia, luogo a rischio frana data la fragilità della falesia. Il sindaco di Melendugno: "Abbiamo informato i bagnanti tramite cartelli per una fruizione consapevole. In agenda misure per contenere l'afflusso di genet".

Assalto da record alla Grotta della Poesia. Nei giorni clou dell'estate, la piscina naturale della marina di Melendugno ha attirato centinaia di bagnanti, dando l'impressione di trasformarsi in un vero e proprio formicaio di gente. 

Una situazione delicata e al limite dell'emergenza quella dell'incantevole sito della costiera adriatica: la natura della roccia è molto fragile e facilmente franabile, così che spesso ci si è interrogati sull'opportunità di un intervento strutturale per tentare di porre un freno al fenomeno dello sgretolamento delle scogliere. 

Se non bastassero i malumori suscitati dal brulicare di gente sulla delicata falesia, polemiche si sono elevate anche per gli automobilisti selvaggi, che si sono spinti a parcheggiare i mezzi fino all'ingresso del sito archeologico.

"Tutto il litorale costiero dell'Adriatico è delicato e a rischio frana - ci spiega il sindaco di Melendugno Marco Potì - Non dimentichiamo che la stessa conformazione geo-morfologica della Grotta della Poesia è frutto dell'erosione costiera: crollando la parte superiore della grotta, è sorta la piscina naturale che oggi tanto attira i turisti."

"Esiste un'ordinananza emanata dalla capitaneria di porto - continua il primo cittadino -  in vigore dal 2014, che vieta la balneazione ma che per ovvi motivi risulta di difficile attuazione.

Da parte nostra, come Comune ci siamo preoccupati di informare i bagnanti sulla pericolosità del sito, invitandoli a prestare attenzione attraverso cartelli informativi, per una fruizione consapevole e attenta.

Per quanto riguarda l'elevato accesso del sito, si valuta come comunità e come amministrazione di trovare delle misure di fruizione controllata per limitare gli eccessi che si sono visti in questi giorni. E' una scelta amministrativa che bisogna mettere in agenda per Roca e per la comunità".

Foto di Cesario Tommasi  

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
20/11/2018
La banda ha affiancato il furgone di una ditta specializzata nella consegna di materiale ...
Cronaca
20/11/2018
Si attende nei prossimi giorni l'ok della Soprintendenza ...
Cronaca
20/11/2018
La coppia è stata trasportata presso l'ospedale di ...
Cronaca
20/11/2018
Ingenti danni sono stati registrati nella zona del centro Salento, tra Galatina e ...
Come prevenire l'infertilità, il consiglio del dottor Filoni: "Meglio la scleroembolizzazione della ...
clicca qui