Liverani: "Errori gravissimi col Genoa. Obiettivo? Pensiamo alla salvezza"

lunedì 13 agosto 2018

L'allenatore giallorosso commenta anche il caos che avvolge la Serie B: "Stanno scrivendo le pagine più brutte de calcio italiano".

Dopo la sconfitta per 4-0 rimediata in Coppa Italia al cospetto del più quotato Genoa, Fabio Liverani non nasconde la sua amarezza per alcuni errori che hanno gravemente macchiato la prima uscita ufficiale dei giallorossi. “È evidente che andare sotto al Ferraris in pochi minuti con errori pessimi ha portato la partita in discesa al Genoa. Ci aspetta un campionato difficile e la squadra non è ancora completa. In fase di possesso ho visto cose buone. La strada è buona, non dobbiamo buttarci giù adesso di morale: la squadra ha ampi margini di miglioramento. Abbiamo sbagliato nell’attenzione sulle marcature, due gol presi su calcio da fermo non si può. Lavoreremo, lo sappiamo. Più della salvezza ora non dobbiamo pensare. Bisogna essere realisti e sinceri coi nostri tifosi. È importante mantenere la Serie B”.

Elogi per la squadra rossoblù e dolci ricordi legati al suo passato: “Piatek ha grandi movimenti, molto bravo ad attaccare porta. Con Pandev e Kouamè ha grandi potenzialità. È sempre bello tornare a Genova, lo stadio da sempre belle sensazioni. Ci sono tornato con molta felicità. Il Genoa ha avuto grande merito. Ricordo esperienza con gli Allievi, dove allenavo Mandragora. Poi il derby è stato il top per me”.

Infine, il pensiero di Liverani circa il caos che sta attanagliando il campionato di Serie B: “Stanno scrivendo le pagine più brutte de calcio italiano. Caos mai visto: io sono sempre per le vittorie sul campo, partirei a 19 squadre”.

Fonte: Salentosport.net 

Altri articoli di "Calcio"
Calcio
24/09/2018
La società giallorossa dovrà pagare un'ammenda di 1.500 euro. Arriva ...
Calcio
23/09/2018
Martedì infrasettimanale con il Livorno: "Non ...
Calcio
22/09/2018
Palombi fa esplodere di gioia il “Via del ...
Calcio
21/09/2018
Out Riccardi e Fiamozzi, che non giocheranno con il ...
Intervista al medico virologo del San Raffaele, nemico dei "No vax". “Negli anni ‘60 morivano ...
clicca qui