"Salento e sapori": a Santa Maria al Bagno omaggio al pasticciotto

martedì 7 agosto 2018

Appuntamento con il gusto dell’antica arte dolciaria del Salento mercoledì 8 Agosto a "Villa degli Angeli".

Continua il ricco programma estivo presso "Villa degli Angeli" a Santa Maria al Bagno. Protagonista del prossimo appuntamento enogastronomico “Salento & Sapori”, mercoledì 8 agosto alle 21 è il pasticciotto salentino. 

La nascita del pasticciotto risale, secondo alcune fonti, almeno al 1570, come testimoniato dal ricettario di Bartolomeo Scappi, originario di Dumenza (Va), che faceva parte della confraternita dei cuochi e dei pasticceri di Roma. La ricetta si è mossa all'interno di ambienti religiosi fino a giungere nel Salento, a Nardò, ma ha avuto la massima evoluzione artigianale negli anni '70 a Galatina, dove è stato prodotto e commercializzato, nella tipica forma ovale, all'inizio del '900. Da allora ad oggi sono state proposte tante varianti a questo dolce che ha contribuito a rendere famosa la tipica cucina salentina. Spennellato di albume d'uovo prima della cottura in forno, il pasticciotto raggiunge la sua tipica doratura ambrata e lucida. Va consumato ancora caldo per rendere al palato tutte le migliori peculiarità del suo sapore: il profumo della crema e la consistenza della pasta frolla appena sfornata. 

La serata di degustazione prevede l’assaggio di questo tipico dolce in tutte le sue variazioni (crema, ciccolato, pistacchio, ricotta e fichi, marmellata d’uva, crema e mela cotogna) abbinato ai vini dolci del Salento.

L’offerta: sei pasticciotti al costo di 3 euro. Ingresso libero

Altri articoli di "Enogastronomia"
Enogastronomia
22/02/2019
Sabato 23 febbraio alle 19 appuntamento con la musica e le ...
Enogastronomia
19/02/2019
Confcommercio appoggia la proposta di legge: protocollo ...
Enogastronomia
11/02/2019
La trasformazione è avvenuta nei laboratori del Cnr. ...
Enogastronomia
11/02/2019
È il più alto riconoscimento della Guida Bibenda ai vini italiani, ai ...
La comparazione tra due risonanze magnetiche fatte in tempi diversi è importante per studiare l’evoluzione ...
clicca qui