Igi Poseidon, il "secondo gasdotto" è ancora nell'agenda del ministero: ok a proroga espropri

domenica 5 agosto 2018
Il decreto pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale all'inizio di giugno riguarda dei terreni nel comune di Otranto. 

Tap è nell'agenda di Governo: il premier Giuseppe Conte ha in mano il dossier e si è detto al lavoro per verificare le critiità deò progetto che sono alla base del fronte del No al gasdotto. Intanto il secondo gasdotto, Igi Poseidon, sebbene i lavori non siano mai iniziati, è tuttaltro che archiviato.
Il progetto definitivo, che prevede l'arrivo sulla costa di Otranto del gas proveniente dal confine turco-greco, è stato approvato con decreto ministeriale nel 2011 e nel 2016, lo stesso ministero dello Sviluppo Economico, ha prorogato il termine di inizio e di fine lavori fino al 6 giugno 2019 e fino al 6 giugno 2021.

Il 22 ottobre 2013 il ministero ha fissato il termine della durata di cinque anni per l'apposizione del vincolo all'esproprio e la dichiarazione di pubblica utilita' dell'opera a decorrere dalla data del 6 giugno 2013;

Il 14 maggio scorso, la società IGI Poseidon ha chiesto ed ottenuto la determinazione urgente delle indennita' provvisorie per l'esproprio di aree interessate alla realizzazione del metanodotto. Le aree in questione sono localizzate ad Otranto e ricadono all'interno di un'azienda. Il vincolo decadeva alla data del 6 giugno 2018 e con il decreto del ministero, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, viene prorogato per altri cinque anni.

 

Altri articoli di "Ambiente"
Ambiente
15/12/2018
Si chiama “Nel Blu dipinto di B…rutto. Il ...
Ambiente
14/12/2018
A Lecce è andato anche il premio speciale Io Sono Legale, assegnato a quelle ...
Ambiente
14/12/2018
Nella giornata di oggi la sentenza di assoluzione per il ...
Ambiente
14/12/2018
Circa 200mila euro destinati alla pulizia delle strade ...
Dai vecchi cartomanti alle sette new age: il “business della creduloneria” frutta milioni di euro anche nel ...
clicca qui