“Festival dell’Arcimatto": a Casamassella nel nome di Gianni Brera, tra giornalismo e letteratura

venerdì 20 luglio 2018
Giovedì 26 luglio nel castello di Casamassella una giornata tra cultura, memoria ed enogastronomia nel nome del giornalista Gianni Brera.

Gianni Brera l'innovatore, il giornalista, l'uomo di cultura, colui che - attraverso lo sport - ha veicolato al grande pubblico il buon italiano, lasciando in eredità una serie di parole orami di uso comune. Ma non solo, Gianni Brera anche l'antesignano uomo social, che ogni giovedì invitata intorno ad un tavolo amici e intellettuali per stringere relazioni, valorizzare i territori attraverso l'enogastronomia, esaltare le contaminazioni.

Mai superificale, mai retorico, è diventato un simbolo di quell'Italia dell'eccellenza ormai diventata quasi marchio. "Gli italiani, mangiando la pasta, mangiano design, bellezza", amava dire,  esaltando l'arte millenaria del prodotto tipico italiano. E proprio nel nome del compianto Gianni Brera, un piccolo comune salentino, Uggiano La Chiesa, tanto lontano dalla lontana Lombardia che gli ha dato i natali, per il secondo anno di fila organizza "Il Festival dell'Arcimatto - Gianni Brera tra giornalismo e letteratura".

Tutto nasce da una passione, quella del sindaco Salvatore Piconese, che fin da ragazzino è rimasto affascinato da questa figura così poco banale e dal blog - l'Arcimatto appunto - che lo stesso Brera teneva sul Guerin Sportivo.  
La manifestazione, che lo scorso anno ha attirato anche l'attenzione del comune di  San Zenone Po, paese di nascita di Brera, e di alcuni studiosi dell'opera breriana, è adesso diventata un appuntamento fisso e molto partecipato. Oltre a celebrare la stessa figura di Brera, proprio partendo da una concezione globale di cultura unisce difatti sport, un pezzo di storia d'Italia, enogastronomia e valorizzazione dei territori. 
Dalla prima edizione in poi,  è stata una cascata di eventi. 

L'evento, in programma per il prossimo 26 luglio nel castello di Casamassella, è stato presentato questa mattina a Palazzo Adorno, a Lecce. Alla conferenza sono intervenuti Antonio Gabellone, presidente della Provincia di Lecce, Salvatore Piconese, sindaco di Uggiano la Chiesa, e gli sponsor: Carmine Dipietrangelo, di Tenute Lu Spada e Daniele Marsano, di Del Duca pasta artigianale. 

Promosso e organizzato dal Comune di Uggiano la Chiesa, in collaborazione con Provincia di Lecce, Ordine dei Giornalisti di Puglia, Menhir Salento, Tenute Lu Spada e Del Duca pasta artigianale, si svolgerà come di rito di giovedì, alle 20.30 e gode del patrocinio della Provincia di Lecce.

La manifestazione coincide con il 26esimo anniversario della scomparsa di Gianni Brera, avvenuta nel 1992 in seguito ad un tragico incidente stradale. Nel corso della giornata sarà dunque ricordata l’opera giornalistica e letteraria di Gianni Brera, in particolare la sua straordinaria inventiva e la sua padronanza della lingua italiana con le quale ha influenzato profondamente il giornalismo sportivo italiano dal dopoguerra in poi, senza trascurare un momento di convivialità.


Alla serata in omaggio a Brera, che rientra nei corsi/seminari per i crediti formativi (due) dei giornalisti, saranno presenti Salvatore Piconese, sindaco di Uggiano la Chiesa,  Piero Ricci, presidente Ordine Giornalisti Puglia, Paolo Brera, giornalista e figlio di Gianni Brera, Claudio Rinaldi, giornalista e scrittore, vice direttore Gazzetta di Parma, Claudio Valeri, giornalista TG1, Cosimo Argentina, scrittore, Eugenio Tartanelli, sindaco di San Zenone Po.

Durante la presentazione, il presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone ha voluto porre l’accento sulla modernità di Brera: “Ha rivoluzionato il linguaggio del giornalismo italiano, innovativo si dal punto di vista calcistico, ma al tempo stesso un linguaggio capace di raccontare e scrivere di cucina, storia, cultura. Insomma attraverso i suoi scritti Gianni Brera ci ha raccontato il mondo. E l’iniziativa messa in campo dal Comune di Uggiano, per il secondo anno consecutivo, ci fa capire di come sia vario, integrante e fascinoso il nostro Salento. Un piccolo centro dell’entroterra che riesce a coniugare cultura ed enogastronomia, mettendo assieme aziende del territorio, in una esperienza che definirei unica e che mantiene alta l’offerta culturale che il Salento continua a offrire”.

“Un Festival che, giunto alla sua seconda edizione, intende ricordare una delle figure più interessanti del giornalismo italiano. Lo faremo con intellettuali e giornalisti, molti dei quali sono stati suoi amici, suoi colleghi e suoi allievi”, ha aggiunto  il sindaco di Uggiano la Chiesa Salvatore Piconese. 
“Quest’anno ricorre il 26esimo anno dalla sua morte, e l’amministrazione comunale, insieme a Provincia di Lecce e Ordine dei Giornalisti di Puglia, grazie anche alla collaborazione di amici e sponsor, ha inteso promuovere questo evento dedicato interamente all’opera breriana. Bisogna sottolineare che scritti di Brera, con la loro creatività e innovazione culturale, hanno cambiato completamente il linguaggio del giornalismo sportivo. Molti dei termini breriani sono ormai penetrati e assimilati nella narrazione giornalistica nazionale. Ecco giovedì 26 luglio ricorderemo una delle figure intellettuali più belle e affascinanti del Novecento italiano”, ha concluso il sindaco Piconese.

Anche dagli sponsor sono poi arrivate parole di apprezzamento per la figura di Gianni Brera, indubbio innovatore della scena culturale e ambasciatore delle peculiarità enogastronomica dei territori.  

L'appuntamento è per giovedì 26 luglio, ore 20.30 nel castello di Casamassella.

Altri articoli di "Cultura"
Cultura
13/11/2018
Dalle 10 a mezzanotte, sabato 17 novembre le Knos si ...
Cultura
12/11/2018
Domani 13 novembre alle 10 presso l’Open Space di ...
Cultura
10/11/2018
È il frutto di una intesa con la Diocesi. ...
Cultura
09/11/2018
Da mercoledì 14 a domenica 18 novembre: quattro giorni di dialoghi, workshop, ...
Giornata mondiale del diabete, a Lecce si posticipa a domenica: tutti in piazza per informarsi e avere una ...
clicca qui