"Parco senza confini": a Cursi un progetto per la riscoperta del territorio

mercoledì 18 luglio 2018

L’iniziativa ha come finalità la creazione di un sistema di sviluppo e occupazione giovanile e verrà presentata domenica 22 luglio alle ore 19.30 in piazza Pio XII a Cursi.

Alvia il nuovo progetto "Parco senza confini", nato con l’obiettivo di creare un percorso sulle principali aree di interesse del territorio: pietra, olivo ed ecosistemi naturali. 

Capofila del progetto è l’Ecomuseo della Pietra leccese. Nell’ambito del Parco senza confini, Oikos uno dei partner del progetto, ha organizzato per domenica 22 luglio a Cursi, il Festival della Sostenibilità e delle relazioni. 

Durante la tavola rotonda che si svolgerà alle 19.30 nell’atrio del Palazzo comunale, la project manager Vittoria De Luca e il sindaco di Cursi Antonio Melcore presenteranno i dettagli di questa innovativa realtà.

 

Ospiti del Festival della Sostenibilità e delle relazioni il cantautore salentino Mino De Santis e La Municipal. 

Nel corso della presentazione interverranno anche Katia Manca operatrice culturale e fondatrice di Oikos Sostenibile che presenterà il marchio di qualità, mentre Luigi Manca, presidente di NextTab, descriverà le residenze artistiche che a partire da lunedì 23 luglio si svolgeranno all’interno del Parco senza confini. Questo innovativo progetto prevede la realizzazione di un sistema ambientale, culturale, turistico ed ecomuseale diffuso nell’entroterra idruntino, orientato alla ricerca sul contemporaneo e il paesaggio storico. L’iniziativa ha come finalità la creazione di un sistema di governance di sviluppo, occupazione e imprenditorialità giovanile che coniughi i temi dell’arte, del turismo, della cultura e dell’enogastronomia. Tre gli obiettivi specifici:

-favorire l’organizzazione di un sistema eco-museale diffuso, efficiente ed articolato (archeologia, architettura, arte, natura, paesaggio); 

-promuovere un modello di ospitalità e residenzialità artistica, finalizzata alla fruizione dialogica dei luoghi e dei contesti territoriali attraverso le forme del contemporaneo (land art, visual art, design); 

-promuovere la cultura agricola, eno gastronomica e ambientale come leva di educazione, di crescita e di lavoro per le nuove generazioni.

Per raggiungere questi obiettivi, il Parco Senza Confini intende dare sfogo e libertà di espressione ai giovani artisti, attraverso la realizzazione di due residenze che prenderanno vita a partire da lunedì 23 luglio, divulgare la cultura agricola ed enogastronomica, con la creazione del marchio di qualità, e costruire nuove opportunità di lavoro per le nuove generazioni grazie alla formazione pensata ad hoc e ad un nuovo modello di ospitalità. 

Altri articoli di "Tempo libero"
Tempo libero
18/01/2019
Workshop il 2 e 3 febbraio. Iscrizioni entro il 25 gennaio. ...
Tempo libero
17/01/2019
A Gallipoli dal 17 al 19 gennaio  presso il Bellavista ...
Tempo libero
08/01/2019
Appuntamento sabato 12 gennaio alle 15.30 presso Palazzo ...
Tempo libero
26/12/2018
Resterà aperta fino al 6 gennaio la mostra dedicata ...
Una strategia nutrizionale che riduce i carboidrati può far perdere il 10% del peso corporeo in 20 giorni: ne ...
clicca qui