Amazon assume: si cercano 1700 persone

mercoledì 18 luglio 2018
Amazon torna ad assumere in Italia anche nel 2018. Il colosso americano del commercio elettronico ha lanciato un programma che prevede ben 1.700 nuove assunzioni quest'anno nel nostro Paese. Si tratta di inserimenti a tempo indeterminato, che riguarderanno in particolare i centri distribuzione e smistamento del Gruppo, sia di nuova apertura che già operativi, situati in Emilia Romagna, Lazio, Lombardia e Piemonte. Nuove risorse saranno assunte anche nell'ambito dell'assistenza clienti in Sardegna, presso i nuovi uffici milanesi del Gruppo e nel centro di sviluppo torinese. 
I nuovi assunti porteranno il numero dei dipendenti Amazon, che attualmente sono oltre 3.500, a più di 5.200 entro i prossimi mesi. Questo incremento dell'organico servirà consegne più veloci, una selezione più ampia e maggiore convenienza per i clienti Amazon.
Le nuove assunzioni sono rivolte a vari profili, con vari livelli di carriera e competenze, e tipologie di formazione. Si va dagli ingegneri agli sviluppatori software e ai magazzinieri. Con ogni probabilità ci saranno opportunità di impiego anche per personale senza esperienza, da formare ed inserire in azienda. Gli interessati possono visitare la pagina web riservata alle carriere e selezioni (Lavora con noi) del Gruppo, sul portale www.amazon.it. Dalla stessa è possibile prendere visione delle ricerche in corso e candidarsi, inviando il cv tramite l'apposito form online in risposta agli annunci di interesse.
Altri articoli di "Offerte di lavoro"
Offerte di lavoro
21/10/2018
Per il 2019 e' indetto un bando di reclutamento nell'Aeronautica Militare di 800 VFP 1, ...
Offerte di lavoro
19/10/2018
Gucci, uno dei brand più conosciuti al mondo nel settore dell'alta moda, assume ...
Offerte di lavoro
17/10/2018
 Aeroviaggi, tour operator che organizza soggiorni e vacanze in Sicilia e in ...
Offerte di lavoro
15/10/2018
Modifica e riapertura dei termini del concorso pubblico ...
Il parere del senologo Luigi Manca sulle protesi al seno. È possibile, secondo alcuni ricercatori, che ...
clicca qui