Dal carcere al confine: scatta l'espulsione per un 58enne albanese

giovedì 12 luglio 2018
Alle spalle numerosi precedenti per traffico internazionale di droga.

Nella serata di ieri personale della Polizia di Stato ha accompagnato alla frontiera di Brindisi un cittadino albanese del 1960, pluripregiudicato con alle spalle accuse di associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti e produzione, traffico e detenzione delle medesime sostanze. Il cittadino straniero, che si trovava ristretto presso la Casa Circondariale di Lecce, in stato di detenzione per custodia cautelare, risultava destinatario di decreto, emesso dalla Questura di Vicenza, per la revoca di permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo. La Divisione Immigrazione, accertata l’esistenza e la gravità dell’attività delittuosa commessa dal cittadino straniero ha ottenuto la convalida del provvedimento espulsivo e subito dopo ha accompagnato lo straniero in frontiera a Brindisi.


Nel pomeriggio di ieri i poliziotti della Divisione Anticrimine della Questura di Lecce, su ordine del Tribunale di Pescara, hanno arrestato e condotto alla Casa Circondariale di Lecce il 33enne leccese Marco Castrignanò. Il giovane deve scontare altri 2 anni di reclusione e 5 anni di interdizione dai pubblici uffici per i reati di rapina aggravata e continuata commessa ai danni della Cassa Risparmio di Chieti e dell’esercizio commerciale Tercas di Pescara avvenute nel 2014.

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
12/11/2018
Il presunto tentativo di violenza si sarebbe consumato nei ...
Cronaca
12/11/2018
Nel mirino la filiale in pieno centro. Indagini in corso per chiarire se sono state ...
Cronaca
12/11/2018
La raccolta dei funghi all'interno del parco è ...
Cronaca
12/11/2018
L'incidente poco prima delle 10 di questa mattina, ferite ...
Grazie all’aiuto di un noto cardiologo del Centro Calabrese, con una lunghissima esperienza ospedaliera a ...
clicca qui