Violenza per estorcere denaro alle anziane madri, nei guai 38enne e 45enne leccesi

giovedì 12 luglio 2018
La polizia è intervenuta dopo le chiamate delle due vittime, entrambe maltrattate dai figli tossicodipendenti. 

Donne anziane maltrattate da figli tossicodipendenti. Sono due i casi accertati dalla polizia che negli scorsi giorni hanno messo fine alle angherie subite dalle vittime individuando i responsabili.  In un caso i poliziotti delle volanti di Lecce sono intervenuti in un appartamento del centro cittadino dopo la chiamata di un'anziana donna che riferiva di essere stata aggredita per l'ennesima volta dal figlio 38enne.

L’anziana ha mostrato agli agenti i traumi di pregresse aggressioni alle mani e alle gambe mentre il figlio, affacciato ad una finestra inveiva contro di lei. Gli agenti, visto il nervosismo dell’uomo, e le condizioni disagio psico-fisico della madre, hanno effettuato una perquisizione domiciliare.La casa era in condizioni igienico sanitarie pessime e a seguito della perquisizione è stato rinvenuto addosso al sospettato un pacchetto di sigarette all’interno del quale vi era un involucro contenente cocaina per un peso di circa un grammo.

Nella stanza occupata da una donna 23enne di origini rumene, sono stati rinvenuti pezzi di carta stagnola, una bottiglia di plastica sistemata per fumare la cocaina, ed in un borsello nero su un armadio, nel quale vi era un altro involucro contenente ancora sostanza da taglio per un peso di circa 4 grammi. Durante il controllo il giovane ha tentato di distogliere l’attenzione degli operatori lanciando dal balcone un involucro. La sostanza lanciata nel canneto è stata recuperata dagli agenti: 90 grammi di hashish.

Al termine degli accertamenti l'uomo è stato tratto in arresto per spaccio di stupefacenti e maltrattamenti nei confronti della madre e condotto nella locale casa circondariale, mentre la sua amica veniva indagata in stato di libertà per concorso nell’attività di spaccio.

Nel secondo caso i poliziotti del Commissariato di Otranto hanno dato esecuzione all’ordinanza applicativa delle misure coercitive dell’allontanamento dalla casa familiare e del divieto di avvicinamento ai luoghi abitualmente frequentati dalla persona offesa a carico di un 45enne leccese, al momento della notifica dimorante ne territorio idruntino, che maltrattava ed estorceva soldi all’anziana madre.

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
12/11/2018
Il presunto tentativo di violenza si sarebbe consumato nei ...
Cronaca
12/11/2018
Nel mirino la filiale in pieno centro. Indagini in corso per chiarire se sono state ...
Cronaca
12/11/2018
La raccolta dei funghi all'interno del parco è ...
Cronaca
12/11/2018
L'incidente poco prima delle 10 di questa mattina, ferite ...
Grazie all’aiuto di un noto cardiologo del Centro Calabrese, con una lunghissima esperienza ospedaliera a ...
clicca qui