“Mbrazzame”: il video a sostegno del progetto Io Posso

domenica 1 luglio 2018

Presentazione in anteprima questa sera a Calimera del video a sostegno del progetto di accessibilità realizzato al lido “La Terrazza” di San Foca.

‘MBRAZZAME!, come un inno alla gioia della vita e alla riscoperta delle cose semplici, nonostante tutto. È il titolo del videoclip legato al progetto salentino IO POSSO a sostegno delle disabilità, che verrà presentato in anteprima e poi “lanciato” sul web domenica 1 luglio, nell’happening in programma alle ore 19 al Nuovo Cinema Elio di Calimera: è stato realizzato con la regia di Fernando Luceri, su musiche e voce di Antonio Castrignanò sui versi di "Serenata a Maria" di Rocco Mangia, ospite de «La Terrazza "Tutti al mare!”» di San Foca, marina di Melendugno, su lungomare Matteotti 57, il primo accesso attrezzato al mare per persone affette da SLA, patologie neuromotorie e altre disabilità motorie. Si tratta di un unicum, almeno su territorio nazionale, realizzato quattro anni fa nell’ambito del progetto IO POSSO, da un’idea di Gaetano Fuso, affetto da SLA dal 2014, con il supporto dell’associazione 2HE. IO POSSO promuove iniziative tese a consentire, a chi è affetto da disabilità, di migliorare la propria qualità di vita, soddisfare i propri bisogni, realizzare le proprie aspirazioni e desideri.

All’incontro della prossima domenica, realizzato con il patrocinio di Città di Calimera e Comune di Vernole, prenderanno parte tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione di ‘MBRAZZAME!, dall’incisione del brano alla realizzazione del video. L’opera è infatti risultato di una fitta rete di collaborazione tra un gruppo di artisti salentini che hanno messo, in questo caso, a servizio del progetto la propria professionalità, volontari di 2HE, ospiti della Terrazza e familiari degli stessi (dettagli nei “credits” che seguono).

“La canzone è nata per gioco, da un brindisi fatto ad una festa tra amici per sdrammatizzare un po’ sulla mia malattia. E’ piaciuta talmente tanto che in me è in scattata l’idea di scrivere una canzone e dedicarla a mia moglie che, con tanta premura, mi accompagna in questa realtà – dice Rocco Mangia. Così ho messo insieme alcune strofe ed ho interpellato Antonio Castrignanò per avere un suo parere. “Si può fare” sono state le sue parole che mai e poi mai avrei pensato di sentire. Sembrava solo un sogno e invece, alla fine, si è realizzato: quando Antonio ci ha fatto ascoltare la prima bozza la commozione è stata indescrivibile. Nel frattempo è passato un anno durante il quale abbiamo conosciuto Gaetano e Giorgia che, con grande sorpresa, ci hanno comunicato l’idea di fare il video per l’associazione IO POSSO. Girare il video è stata un’esperienza bellissima grazie alla quale abbiamo conosciuto persone meravigliose per disponibilità e impegno. Ringrazio tutti di cuore: in primis Antonio, Gaetano e Giorgia, Fernando e Maria ed un grazie a tutta la mia famiglia che mi ha permesso di arrivare qui. Sono contento perché sono riuscito nel mio intento: sottolineare l’importanza che i gesti di mia moglie hanno per me ma, soprattutto, mandare un messaggio di positività e speranza a tutti coloro che ogni giorno combattono la propria battaglia con la vita. Tutto questo con grande gioia”.

“Ho visto nascere dall’interno il progetto IO POSSO per ragioni anagrafiche e personali che mi legano da sempre a Gaetano. Questo progetto ha rappresentato per me, e molti altri miei amici, una grande crescita personale – dice Antonio Castrignanò. È sempre un privilegio condividere esperienze con persone che sanno affrontare le difficoltà della vita sprigionando sorrisi e riuscendo ad unire energie positive per realizzare qualcosa di grande, che spesso va ben oltre il progetto stesso. Così è stato anche in questo caso. Ho conosciuto Rocco un paio d’anni fa. Lo andai a trovare nella sua casa di Corigliano d’Otranto perché avevo saputo da un amico che voleva tanto incontrarmi. Ho trovato un uomo molto forte con una luce negli occhi e uno spirito impressionante, pieno di gioia e di vita. Ho passato un intero pomeriggio ad ascoltare la storia della sua vita, fatta di lavoro, di passione per il mare e d’amore sconfinato per la moglie Maria. Questa canzone è in verità il frutto di quell’incontro e della sua “bizzarra” richiesta di musicare e cantare alcune strofe (stornelli) che aveva scritto e che voleva tanto regalare alla sua splendida famiglia in occasione del Natale che sarebbe arrivato da lì a poco. Impossibile resistere a tanta poesia, così da subito per non far svanire la bellezza di quell’incontro ho sistemato alcune strofe sulla melodia, aggiunto il ritornello, ma soprattutto ho pensato ai sorrisi di quell’intenso pomeriggio d’autunno quando ho conosciuto Rocco Mangia detto ‘Carrozza’, di Corigliano” conclude Castrignanò.

“Dal punto di vista professionale girare il video di 'Mbrazzame' è stata un'esperienza particolare - dice il regista Fernando Luceri. Abbiamo dovuto rivedere tutti i ritmi e le priorità con le quali siamo abituati a lavorare. Abbiamo sperimentato una infinitesima parte delle difficoltà che le famiglie che soffrono una disabilità vivono ogni giorno. Questo ha fatto aumentare, più di quanto non fosse già grande, la mia riconoscenza verso i volontari di 'Io posso' e della Terrazza ‘Tutti al mare’ che fanno tanto e che, con questo video, mi hanno dato la possibilità di portare un mio modestissimo contributo”.

L'ingresso è gratuito.

 

Altri articoli di "Solidarietà"
Solidarietà
09/11/2018
Su iniziativa del gruppo consiliare Lecce città ...
Solidarietà
05/11/2018
Martedì 6 novembre inaugura la nuova sala prelievi ...
Solidarietà
30/10/2018
L’incontro si svolgerà il prossimo 1° ...
Solidarietà
29/10/2018
Si cercano "supereroi" per incontrarei bambini ...
Grazie all’aiuto di un noto cardiologo del Centro Calabrese, con una lunghissima esperienza ospedaliera a ...
clicca qui