Diverbio in stazione e con una bottiglia ferisce connazionale: nei guai l’aggressore

mercoledì 13 giugno 2018

Nuova aggressione registrata a Lecce: scovato l’autore, mentre il giovane connazionale è finito in ospedale. Congedo (Fratelli d’Italia): “Governo nazionale intervenga e rafforzi l’organico delle forze dell’ordine”.

Ha aggredito un connazionale avvicinandosi con una bottiglia all’interno della stazione di Lecce: è accaduto nella notte, dove un 23enne di origine nigeriana è rimasto ferito ed è stato condotto in ospedale per i tagli riportati sul corpo.

L’aggressore, dopo aver ferito il giovane, avrebbe fatto perdere le sue tracce. Poco dopo, però, la polizia di Lecce è riuscita a rintracciare l’uomo e a denunciarlo per lesioni personali.

Sul caso, interviene il consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Erio Congedo che chiede al governo nazionale più attenzione e rafforzamento dell’organico delle forze dell’ordine: “L'ennesimo episodio criminoso avvenuto questa notte in zona stazione a Lecce – dichiara - impone una presa di posizione netta da parte del nuovo governo nazionale affinché il luogo in questione torni ad essere civile e vivibile per i cittadini: a Lecce non devono esistere zone franche e tutte quelle più sensibili, che nell'ultimo periodo sono state palcoscenico di violenza soprattutto per mano e a danno di extracomunitari, devono essere presidiate da un numero maggiore di unità di Forze dell'Ordine che, nonostante il profuso impegno ed il lavoro encomiabile del quale siamo e saremo sempre grati, e sebbene sia stato rafforzato, risulta non sufficiente al contrasto degli episodi criminosi. Per quanto la vicenda rientri nell'ambito più ampio delle politiche sull'immigrazione, la lotta alla micro-criminalità non può e non deve essere affrontata con superficialità”.

 

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
18/06/2018
L'uomo stava lavorando all'interno di una sala ...
Cronaca
18/06/2018
Un' operazione nazionale coordinata dalla Procura di Enna ...
Cronaca
18/06/2018
L'operazione ha sgominato i due clan Mercante-Diomede e ...
Cronaca
18/06/2018
Mentre si stavano bruciando alcuni sfalci di potatura nel ...
Il primario di Cardiochirurgia al “Vito Fazzi” Casali: “Col Dea crescita ulteriore della ...
clicca qui