Art Bonus, la Bpp pronta al restauro di due polittici del Museo “Castromediano”

martedì 12 giugno 2018

Si tratta del primo intervento del genere in Puglia, il secondo nel Mezzogiorno, dopo quello di due giorni fa della società della Borsa di Milano, intervenuta a Napoli per il restauro di un Tiziano custodito nel Museo di Capodimonte.

Le testimonianze più importanti della storia pugliese, contenute nei Musei a cui la Regione ha dato una nuova organizzazione, potranno trovare nuova vita attraverso il sostegno delle imprese, che favoriranno il restauro, il recupero e la valorizzazione di tanta parte del patrimonio culturale della Puglia. La prima concreta testimonianza si è avuta oggi al Museo “Castromediano” di Lecce, dove la Banca Popolare Pugliese e l’Assessorato alla cultura e al Turismo della Regione Puglia, insieme con la Direzione del Museo stesso, hanno annunciato l’intervento della Banca per il restauro di due importanti polittici di scuola veneziana, custoditi nel Museo. Si tratta di due opere che testimoniano dell’importanza del Salento nell’epoca in cui la Repubblica Serenissima di Venezia, con le sue navi, era la regina dei traffici lungo le rotte adriatiche per il vicino e l’estremo Oriente, e la Puglia e il Salento erano mete e depositi dei mercanti lungo queste rotte. Insieme ai commerci è passata anche tanta cultura e i polittici di scuola veneziana, illustrati dalla dr.sa Brizia Minerva, sono lì a dimostrarlo.

La notizia è stata data nel corso di un importante convegno, organizzato dalla Direzione del Museo “Castromediano” per illustrare a imprese e enti locali le modalità messe in campo dalla legge denominata Art Bonus, per il recupero del patrimonio culturale italiano attraverso l’intervento dei privati che possono detrarre fino al 65% del loro contributo attraverso il credito di imposta. Ad esso hanno partecipato, tra gli altri, la dr.sa Carolina Botti, Dirigente centrale del Ministero dei Beni e delle attività culturali e del Turismo, l’Assessore alla cultura del Comune di Lecce, Antonella Agnoli, il Presidente di Confindustria Lecce, Giancarlo Negro, Vincenzo Santoro, responsabile nazionale cultura e turismo dell’ANCI, Francesco Crudele, dell’Anci Puglia, Marco Giannotta, Consigliere del Teatro Pubblico Pugliese.

“La decisione presa dal Consiglio di Amministrazione del nostro Istituto – ha detto il Presidente di Banca Popolare Pugliese, nell’annunciare l’iniziativa - è un modo concreto per vestire di contenuto l’espressione “Banca del territorio” che viene spesso usata nei nostri confronti, e che noi stessi usiamo per sottolineare la funzione diversa rispetto ad altri istituti di credito, anche più importanti per dimensioni e diffusione.

La cultura è identità, la cultura è appartenenza, la cultura è dignità, e alla fine – e in questa sede siamo tutti d’accordo – la cultura è anche economia, nel senso che è stato dimostrato più volte negli ultimi anni, che la cultura produce reddito attraverso i mille rivoli che da essa promanano, primo fra tutti il turismo motivato dalla visita alle testimonianze culturali di un territorio. Ecco il significato di “banca del territorio”. Noi lo siamo qui, ma anche in tutta la Regione, comprese Brindisi e Foggia, i cui Musei hanno bisogno – come ci ha sottolineato il dr. De Luca – di essere rilanciati, operazione che spero le condizioni economiche generali ci consentano in futuro di sostenere”.

L’iniziativa dell’Istituto di credito con sede a Matino è stata accompagnata dall’organizzazione del Museo “Castromediano”, il cui Direttore, Luigi De Luca, ne ha sottolineato l’importanza anche come esempio per altri interventi.

“Il Museo “Castromediano” . ha ribadito il dr.De Luca – vuole essere punto di riferimento per una serie di attività culturali che esaltino le prerogative e le ricchezze di questa terra. Questo è il primo passo verso un rilancio e siamo orgogliosi d’aver coinvolto una espressione tra le più importanti dell’imprenditoria regionale come la Banca Popolare Pugliese, sicuri che con essa e con gli altri imprenditori che ne seguiranno l’esempio, potremo costruire una rete a sostegno e valorizzazione delle testimonianze della storia culturale del territorio”

 

Il Convegno è stato concluso dall’Assessore Regionale alla Cultura e al Turismo, Loredana Capone, che ha particolarmente apprezzato l’intervento, ed ha ricordato come il patrimonio artistico e culturale dell’intera Puglia rappresenti una delle prerogative principali per la crescita del turismo e delle attività ad esso collegate, che sono una delle risorse più importanti per la crescita economica pugliese. L’assessore Capone ha voluto porre l’attenzione al divario che c’è tra Nord e Sud nell’utilizzo della legge ART BONUS .

“Nel Nord i privati investono in cultura molto più di quanto si faccia al Sud. La Puglia non parte da zero – ha detto Loredana Capone - La Fondazione Petruzzelli, il Fai con l’Abbazia di Cerrate, e poche altre realtà hanno già beneficiato dell’Art Bonus, ma è ancora troppo poco. 250 milioni sono i fondi raccolti in Italia, un milione e mezzo soltanto quelli raccolti in Puglia: Per questa ragione stiamo lavorando per coinvolgere imprese, per far comprendere come questo sia un utile di cui beneficia l’intera società ed anche l’impresa. Il credito d’imposta consente infatti di ridurre l’investimento in capo all’impresa. Al contempo i beni museali, insieme a tutte quelle attività culturali legate al patrimonio pubblico, possono contare su un’importante fonte di finanziamento. Il pubblico, da solo, non riesce a far tutto. Il concorso privato per la valorizzazione della pubblica bellezza diventa fondamentale. Chi dice di amare la propria terra deve dedicar visi e investire. Possiamo fare ancora moltissimo e il progetto che vede Museo “Castromdiano” e Banca Popolare Pugliese insieme per il restauro dei due polittici di scuola veneziana è la ripartenza per il riscatto”.

 

 

Altri articoli di "Redazionali"
Redazionali
20/11/2018
Dal 20 al 24 novembre incontri nel borgo per giovani ...
Redazionali
13/11/2018
Il premio è riservato ai calciatori, uomini e donne, ...
Redazionali
09/11/2018
L'esperienza di un 25enne squinzanese con la passione per i ...
Redazionali
07/11/2018
La chef stellata proporrà alcune ricette originali a ...
Come prevenire l'infertilità, il consiglio del dottor Filoni: "Meglio la scleroembolizzazione della ...
clicca qui