Gazebo abusivo in riva al mare, scatta il sequestro per un lido di Pescoluse, altri due riaprono

martedì 12 giugno 2018
Proseguono i controlli del Noe nelle località balneari della costa salentina e pugliese. 

Un gazebo realizzato in riva al mare senza alcuna autorizzazione edilizia e scatta il sequestro. Prosegue l'attività di controllo degli uomini del Noe di Lecce ai comandi del maggiore Dario Campanella nelle località turistiche balneari salentine. Nei giorni scorsi i militari hanno fatto tappa a Salve dove hanno individuato delle irregolarità all'intero del chioscobar - lido “La Liama” in località Pescoluse. 

Il sequestro preventivo d’urgenza è scattato per un’area di circa 100 mq con struttura in legno costituita da travi, pilastri e copertura con incannucciato, adibita a zona di somministrazione di alimenti e bevande, realizzata in assenza di titolo edilizio e paesaggistico e in ampliamento a quella già autorizzata e che, comunque, non preclude il regolare funzionamento dell'attività.

Altri due lidi di marina di Pesclouse all'interno dei quali erano state riscontrate anomalie nelle scorse settimane potranno presto inaugurare la stagione estiva: si tratta del Sunrise, sequestrato dal Noe lo scorso 18 maggio ch potrà riaprire i battenti il prossimo fine settimana e il Bossanova che nella giornata di domani dovrebbe ultimare i lavori di rimozione degli abusi.

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
22/06/2018
Accolto il ricorso di Prefettura di Lecce e Viminale: nel ...
Cronaca
22/06/2018
L'uomo aveva trafugato in due giorni 16 volumi per un ...
Cronaca
22/06/2018
L’uomo dovrà scontare la pena definitiva di 3 ...
Cronaca
22/06/2018
È intervenuto il personale della stazione ...
Un errore fare affidamento su presunte innovazioni: le tecniche per la cura della malattia sono in via di ...
clicca qui