Erasmus+, aumentano i finanziamenti per Unisalento

martedì 12 giugno 2018
In crescita gli studenti che scelgono di effettuare una parte del corso di studi in università estere. 

L’Università del Salento riceve circa 785 mila euro per l’Erasmus+, il finanziamento riconosciuto alle Università per la mobilità degli studenti. Un importo in costante e notevole crescita rispetto al passato e che viene calcolato anno per anno sulla base del numero di studenti in mobilità nelle due precedenti annualità sugli stessi fondi.

Nel 2013/14 la cifra ammontava a circa 462 mila euro, nel 2014/15 a circa 516 mila euro, nel 2015/16 a circa 533 mila euro, nel 2016/17 a circa 541 mila euro, nel 2017/18 a circa 589 mila euro fino a raggiungere per il prossimo anno accademico la somma di 785.391 mila euro. Gli studenti in uscita dall'università del Salento continuano ad aumentare: se nell’anno accademico 2013/14, infatti, si sono registrati 284 studenti che hanno effettuato un periodo di studio o tirocinio all’estero finanziato da fondi Erasmus+, lo scorso anno ben 372 studenti hanno potuto avvantaggiarsi della mobilità out-going. E le stime per l’anno in corso sono ancora più incoraggianti: oltre 420 tra studenti e dottorandi avranno la possibilità di compiere un’esperienza di studio all’estero perché più cresce il numero di studenti in mobilità più, automaticamente, cresce il finanziamento e sempre più ragazzi possono godere di questa importante opportunità.

Non solo. Ulteriore importante conseguenza al costante aumento del finanziamento Erasmus+ è l’incremento del cofinanziamento corrisposto dal MIUR (più cresce il finanziamento Erasmus+ più cospicui sono i fondi del finanziamento ministeriale). L’anno scorso la cifra per supportare le borse per tirocini, nuove o integrare quelle già bandite, ammontava a poco più di 60 mila euro e quest’anno è invece di 80 mila.

Per raggiungere questi obiettivi Unisalento ha messo in atto azioni e strategie come l’ottimizzazione di tutte le risorse finanziarie a disposizione per la mobilità out-going di studenti e dottorandi; una migliore organizzazione delle procedure amministrative per la mobilità; l’identificazione di canali e metodi di diffusione delle informazioni riguardanti i percorsi Erasmus.


Inoltre, anche grazie ai suggerimenti dei rappresentanti degli studenti, è stata intrapresa una revisione ed un ampliamento delle mete previste nei bandi Erasmus, affinché queste siano più funzionali rispetto agli specifici percorsi formativi.

In Unisalento, infatti, sono attivi in tutte le Aree corsi di studio a “titolo doppio/multiplo” (Economia Aziendale ed Economia e Finanza, in collaborazione con l’Università di Valladolid in Spagna; Magistrale in Scienze Filosofiche in collaborazione in Francia con l’Università Paris Sorbonne e in Germania con quella di Colonia; Magistrale in European Heritage, Digital Media and the Information Society, nata da una collaborazione tra i Dipartimenti di Beni Culturali ed Ingegneria Informatica, in collaborazione con altre Università Europee), che prevedono, quindi, parte del percorso formativo presso l’Ateneo partner. A questi si sono aggiunti quest’anno due nuovi titoli svolti in collaborazione con l’Università francese di Lille: Economia e Finanza e la Magistrale, in lingua inglese, in Coastal and Marine Biology and Ecology. Dal prossimo anno partirà la Magistrale in Traduzione tecnico-scientifica ed interpretariato con l’Università di Essex (UK).

“Gli ottimi risultati conseguiti, che si traducono in maggiori opportunità per i nostri studenti e dottorandi di effettuare una preziosa esperienza formativa all’estero, sono stati raggiunti grazie ad un’accurata strategia messa in atto negli ultimi anni e attraverso una costruttiva e costante collaborazione con i docenti di tutte le aree e Dipartimenti oltre che con l’Ufficio Relazioni Internazionali – dice la professoressa Mariaenrica Frigione, delegata del Rettore per l'Internazionalizzazione dell'Università del Salento. - è un lavoro che è stato intrapreso 5 anni fa e che oggi si riconosce nell’attenzione e nel maggiore interesse che il nostro Ateneo dedica alle collaborazioni internazionali e alle relazioni con l’estero. Lo testimoniano i tanti accordi stipulati anche, ma non solo, per avviare nuovi percorsi universitari in collaborazione”.

Altri articoli di "Università"
Università
15/06/2018
Riconoscimento per il docente salentino, ordinario di ...
Università
14/06/2018
Il convegno, organizzato da Cobas Unisalento, si ...
Università
14/06/2018
Venerdì 22 Giugno le associazioni ...
Operarsi non costa nulla, basta la prescrizione della visita ortopedica: poi lo specialista, se lo ritiene opportuno, ...
clicca qui