I viaggi di Harley: da Gallipoli a Copenhagen per gli animali

lunedì 11 giugno 2018
Un viaggio per l'Europa per sensibilizzare contro gli abbandoni: ecco l'avventura di Alessia, Letizia ed Harley.

Un viaggio avventuroso, 9mila chilometri in sidecar, per sensibilizzare sul tema dell'abbandono degli animali. Sembra uscita dalla sceneggiatura di un film la storia di Alessia, Letizia ed Harley, protagoniste di questa sfida originale. Eppure non c'è niente di folle e di surreale nella loro scelta: dedicare un pezzo della loro vita ad accendere un faro sul tema degli abbandoni degli animali, piaga mai sanata di una società che mercifica anche gli amici a 4 zampe, buttandoli poi all'occorrenza come giocattoli rotti. Invece dei soliti appelli, le due donne, in compagnia dell'inseparabile cane, hanno scelto di percorrere una strada differente: attraversare l'Europa e contestualmente lanciare un crowdfounding per sostenere la causa.

Loro si chiamano Alessia, Letizia e Harley e sono facilmente rintracciabili sul web. Tra pagina Facebook, pagina di raccolta fondi e Instagram, stanno diventando delle vere e proprie celebrità. Tanti i fan del progetto, che seguono passo passo le tappe di questo lungo viaggio che prenderà il via il 23 giugno.

“Innanzitutto ci presentiamo!” scrivono loro stesse sul web “Alessia Giorgino : 39 anni, commerciante, appassionata di moto, viaggi e libri. La testa del progetto, perché poi c'è il braccio e il cuore. Con la convinzione che fuori da ogni porta ci sia un mondo immenso da scoprire e vivere. Letizia Campeggio : 50 anni, la vecchietta non vecchietta. A suo tempo commercialista, fino a quando non ha mollato tutto per vivere appieno la propria vita. Anche lei appassionata di viaggi e motociclette. Ma se dovete farle un regalo, attrezzi da falegnameria o pennelli saranno perfetti. Il braccio di quest'avventura, si occuperà di tutta la manutenzione della moto....o quasi! Harley : il cuore e l'anima di questa avventura. Due anni, abbandonata da piccola con la sua mamma e i fratellini è entrata in canile e là ci è rimasta fino a quando per caso l'abbiamo adottata noi. Schiva nei confronti degli umani, ama correre libera. Datele un prato e una pallina e correrà felice senza freni! Sid: il nostro sidecar Ural del 2007 cc 750. Continuiamo a ripetergli che non deve abbandonarci in mezzo all'Europa!”.

“Quando abbiamo adottato Harley” aggiungono, “i nostri amici ci hanno detto che non avremmo più viaggiato, che potevamo appendere le chiavi della moto al chiodo e che per spostarci l'avremmo dovuta affidare a qualcuno. Noi, quel chiodo, non solo l’abbiamo proprio staccato dal muro, ma siamo pronte a partire per un viaggio di 9.000 km circa, 40 giorni e 7 stati europei. Il 23 giugno caricheremo il nostro Sid, indosseremo i nostri caschi, per Harley solo gli occhialetti (dice fanno più figa) e partiremo per il nostro tour d’Europa.

Vogliamo mostrare e dimostrare che con un cane si può viaggiare. E se possiamo farlo noi con una moto, lo può fare chiunque con qualsiasi mezzo. E allora diciamo. No all'abbandono degli animali. Aiutateci a portare questo messaggio di amore e condivisione per 9.000 km, perché viaggiare insieme è più bello! I soldi verranno utilizzati per il  carburante (la moto fa 10 km con un litro, a voi le calcolatrici!), pedaggi, traghetti, attrezzatura da campeggio”.

Foto dalla pagina Facebook I viaggi di Harley

Altri articoli di "Animali"
Animali
18/06/2018
L'animale è stato ritrovato con la testa frantumata: sul posto sono intervenute le ...
Animali
13/06/2018
Bloccato per diverse ore l’accesso della SS101 che porta a Galatone per le ...
Animali
11/06/2018
Un simpatico quadrupede sulla Statale in prossimità ...
Animali
09/06/2018
Dopo essere stata soccorsa, la tartarga è stata affidata alle cure del Museo ...
Operarsi non costa nulla, basta la prescrizione della visita ortopedica: poi lo specialista, se lo ritiene opportuno, ...
clicca qui