Lavori di pulizia in piazza Tito Schipa, Delli Noci: "Entro settembre via al progetto esecutivo"

venerdì 8 giugno 2018
Il vicesindaco Delli Noci annuncia il cronoprogramma che porterà alla realizzazione del parcheggio e del parco archeologico. 

Per ora si inizia con la rimozione delle erbacce e dei rifiuti, entro settembre via al progetto esecutivo per la realizzazione del parcheggio in piazza Tito Schipa. Dopo ben otto anni di attesa e polemiche sembra a buon punto l'iter che porterà al recupero dell'area ex Carlo Massa, nel cuore della città. 

Lo annuncia il vide sindaco e assessore ai Lavori Pubblici Alessandro Delli Noci che elenca gli step da seguire nei prossimi mesi: “Ripuliremo tutti gli scavi dalle erbacce e nel giro di due mesi daremo il via al progetto esecutivo che prevede la realizzazione di un parco archeologico, di un parcheggio interrato e di un centro direzionale.
Da lunedì procederemo alla consegna delle aree e dei lavori e agli interventi che riguardano il rilievo laser scanner dell'area conventuale e della chiesa, alla rimozione - con assistenza archeologica - delle strutture murarie conventuali e temporaneo accantonamento in cantiere e allo scavo meccanico controllato delle fondazioni in roccia con recupero di elementi architettonici o scultorei. Il nostro obiettivo è quello di restituire decoro e bellezza ad un'area importante per la città e vivibilità ad una zona bloccata da otto anni. Passo dopo passo”. L'iter del cantiere è stato lungo e travagliato a causa di contenziosi tra i progettisti dell'opera e tra il Comune e la Soprintendenza.  

 

Altri articoli di "Arte e archeologia"
Arte e archeologi..
10/06/2018
Al Carrousel du Louvre tre tele della collezione di dipinti Ciclo Pop di ...
Arte e archeologi..
04/06/2018
Dal 14 giugno al 21 ottobre nel Castello ...
Arte e archeologi..
31/05/2018
Domenica 3 giugno aprono le sale del museo archeologico di ...
Arte e archeologi..
24/05/2018
La premiazione lo scorso 13 maggio a San Vito dei Normanni: il vincitore è Giulio ...
Operarsi non costa nulla, basta la prescrizione della visita ortopedica: poi lo specialista, se lo ritiene opportuno, ...
clicca qui