Festa della Repubblica a Miggiano, la polemica: "Il tricolore sui manifesti è sbagliato"

mercoledì 6 giugno 2018

Errori sul manifesto per i festeggiamenti del 2 giugno: il tricolore è sbagliato. A segnalarlo Donato Carbone di Fratelli d’Italia.

Un tricolore “sbagliato”: è quello che è avvenuto a Miggiano in occasione della Festa della Repubblica, dove sono apparsi sia nel 2017 che nel 2018 dei manifesti con l’errore nella composizione dei colori della bandiera italiani, trasformatasi nell’occasione in quella “ungherese”.

Ad ironizzare sull’episodio è Donato Carbone, portavoce cittadino di Fratelli d’Italia Miggiano, che dichiara: “C'è aria di cambiamento in giro e a Miggiano si cambia anche il tricolore. In occasione del 2 giugno, l'amministrazione comunale decide di ricordare l'anniversario della nascita della Repubblica con un manifesto, così come è usuale da parte di tutte le amministrazioni”.

“Mi spiace constatare però – insiste -, per ben due anni di seguito, come i colori della nostra bandiera siano stati riportati errati. Se l'anno scorso al posto del tricolore italiano c'era quello ungherese, quest'anno qualcosa che, qualsiasi cosa sia, di certo non è il nostro tricolore”.

“Sicuramente si sarà trattato di un errore grafico, di una svista, ma il nostro tricolore, che rappresenta la nostra identità ed è frutto del sangue di milioni di italiani non può essere privato della sua sacralità per una svista di un amministratore di turno. Da miggianese e da italiano sono stupefatto da tanta superficialità".

 

Altri articoli di "Fotonotizia"
Fotonotizia
14/02/2020
La statua della Beata Vergine di Loreto resterà ...
Fotonotizia
14/02/2020
Cuori ovunque, angoli nascosti in cui è obbligatorio baciarsi e vicoli agghindati ...
Fotonotizia
05/02/2020
Iniziativa di solidarietà del coordinamento ...
Fotonotizia
22/01/2020
L’imponente nave semi sommergibile, lunga 166 metri e larga 71, è a lavoro ...
Ogni anno vengono diagnosticati circa 1500 casi di tumore in Italia, che interessano bambini in età pediatrica ...
clicca qui