“E-Sound” musica elettronica in Conservatorio, omaggio a Pierre Henry

giovedì 24 maggio 2018

Consueto appuntamento nella stagione concertistica del Conservatorio “Tito Schipa” con la musica elettronica.

La rassegna “I concerti del Conservatorio” - #perlacittàdilecce, da quest’anno in sinergia con l’amministrazione comunale della Città, è giunta alla quinta edizione e vanta un cartellone di altissima qualità, per l’accurata selezione musicale e per la varietà dei repertori che garantiscono di volta in volta momenti musicali di grande prestigio.

Venerdì 25 e sabato 26 maggio, alle ore 21.00, l’Auditorium del Conservatorio del capoluogo salentino ospiterà i concerti di musica acusmatica, particolare genere di musica elettronica per altoparlanti. E-SOUND – Musica Elettronica in Conservatorio sarà un omaggio a Pierre Henry, compositore francese, allievo di Olivier Messiaen e Nadia Boulanger, considerato uno dei pionieri della musica concreta ed elettronica.

Saranno dunque eseguite musiche di P. Henry, ma anche di giovani compositori laureati nei Conservatori della Rete Acusmatica (Parigi, Osaka, Bari, Lecce), e cioè di Y.Nagamatsu, C. Amano, M.Seki, Y. Yamashita, T. Ushiyama, Y.Ohtsuka, J.D.Torres Tolosa, P. Le Goff, F.Marchionna, D.Diurisi, D.De Pascali.

Ad eseguirle l’interprete acusmatico Danilo Girardi e gli studenti: Alessandro Duma, Alessandro Ferraro, Vincenzo Procino, Luca Risconi, Francesco Rizzo.

L'Arte Acusmatica è un particolare tipo di "musica elettronica" che si fruisce in sala solo mediante una rete di altoparlanti gestita da un musicista-interprete al buio, in una situazione simile a quella cinematografica.

Le opere, come i film, sono su supporto, solo suoni su supporto: ieri analogico (il nastro magnetico) oggi digitale (Cd, Dvd, qualunque tipo di supporto di memorizzazione)

Nata nel secondo dopoguerra, con Schaeffer in Francia e Stockhausen in Germania, ha vissuto un incremento quantitativo con lo sviluppo del digitale e degli studi di registrazione a dimensione personale, per cui oggi il repertorio consta di decine di migliaia di opere.

Il genere fa parte dell'area "colta" delle arti sonore (dedicata ad una fruizione sostanzialmente meditativa e concentrata sul suono) ma confina (o "sconfina") anche in alcune aree della popular music (dedicata maggiormente ad una fruizione corporea e non necessariamente concentrata) come segmenti della techno o del rock più sperimentale.

Altri articoli di "Musica"
Musica
22/06/2018
Saranno assegnati il Premio Internazionale delle Arti che, ...
Musica
21/06/2018
Il direttore artistico Raffaele Casarano: “Quest’anno sarà ...
Musica
20/06/2018
Protagonisti alcuni studenti del Conservatorio che, in ...
Musica
18/06/2018
Appuntamento domani sera con l’orchestra di Fiati del ...
Un errore fare affidamento su presunte innovazioni: le tecniche per la cura della malattia sono in via di ...
clicca qui