“La testa nel pallone”: il Torneo internazionale dove “dribblare” anche la malattia mentale

mercoledì 23 maggio 2018

Trentadue squadre, 12 regioni italiane e 4 Paesi europei in gara, con 17 Centri di Salute Mentale e 11 comunità coinvolti.

Sono i grandi numeri del 7° Torneo internazionale di calcio a sei “La testa nel pallone” – 11° memorial “Antonio Vetrugno” presentato stamane nel Polo Didattico della ASL Lecce.

Una settimana ricca di partite, dal 25 al 31 maggio sui campi dell’Esperia Palace Hotel di Lido Marini a Ugento, ma anche di visite guidate e serate, a partire dall’evento inaugurale in programma il 25 maggio (ore 17,30 sempre a Ugento), quando saranno presentate le squadre partecipanti. Il torneo, infatti, è anche un grande momento di socialità e di inclusione, un “dribbling” secco oltre lo stigma della malattia mentale che coinvolge decine di utenti e di operatori provenienti da mezza Italia e da Gran Bretagna, Spagna, Ucraina e Ungheria.

Organizzato dall’Associazione Centri Sportivi Italiani (ACSI) in collaborazione con la ASL Lecce, Dipartimento di Salute Mentale, il torneo è diventato un appuntamento fisso che, quest’anno, ha un significato ancora più forte, grazie alla coincidenza con il quarantennale della legge che porta il nome di Franco Basaglia, lo psichiatra che chiuse i manicomi e restituì dignità e diritti alle persone con problemi di salute mentale.

Una felice ricorrenza sottolineata nella conferenza stampa, alla quale hanno partecipato Serafino De Giorgi, Direttore DSM ASL Lecce, Gianpiero Guglielmi, Presidente Regionale ACSI, Tiziana De Donatis, coordinatrice della Riabilitazione psicosociale DSM Lecce e Antonella Alemanno, Csm Campi. Non solo lo sport come terapia – è stato sottolineato – ma come contenitore di entusiasmo ed emozioni che restituiscono agli utenti, alle famiglie e agli stessi operatori la dimensione dello stare assieme e di un’umanità capace di arricchire le esperienze di ognuno.

Testimonial dell’evento Danilo Campilungo, fresco vincitore tra le file della nazionale italiana della Dream World Cup 2018, il Campionato del mondo di Calcio a 5 per persone con problemi di salute mentale. «Ho vissuto un’esperienza bellissima – ha raccontato il 22enne calciatore-utente del CSM di Campi – dove ognuno di noi non ha fatto altro che essere se stesso e non ciò che gli altri pensano che noi siamo. Ho segnato due gol e fatto la mia parte: che cosa posso volere di più?». Una bella storia, insomma, fatta di calcio, di amicizia e di varia umanità. Nel nome di Franco Basaglia e dei tanti che, dopo di lui, hanno capito che la malattia mentale va affrontata senza pregiudizi.

Serata inaugurale

25 maggio 2018 – ore 17,30 – Esperia Palace Hotel – Lido Marini, Ugento

Gironi di qualificazione, semifinali e finale

dal 24 al 30 maggio – Esperia Palace Hotel – Lido Marini, Ugento

Regioni Partecipanti

Abruzzo (CSM L’Aquila), Basilicata (coop. Fratello Sole), Calabria (CSM Crotone), Campania (CSM ASL Napoli 2), Emilia Romagna (CSM Piacenza e CSM Reggio Emilia), Lazio (CSM Viterbo), Liguria (CSM Genova/Voltri), Lombardia (Como – Global Sport Lario), Marche (CSM Ascoli, CSM Iesi), Sardegna (CSM Nuoro e CSM Sanluri), Val d’Aosta (Aosta – Residenziale Interactive), Puglia (CSM Campi Salentina, CSM Lecce e CSM Taranto).

Comunità

Apollo Putignano, Casa Amata, Cento Pietre, Dimora San Carlo, L’Adelfia, La Sorgente, San Giovanni, San Vincenzo, Sol Levante, Villa Giulia, Villa Felice.

Nazioni

Italia

Spagna (Barcellona)

Gran Bretagna (Londra Mind United e Liverpool Football-Therapy)

Ucraina (Lviv)

Ungheria (Budapest)

 

 

 

 

 

 

    
Altri articoli di "Lecce"
Lecce
18/06/2018
Un' operazione nazionale coordinata dalla Procura di Enna ...
Lecce
18/06/2018
L'operazione ha sgominato i due clan Mercante-Diomede e ...
Lecce
18/06/2018
Lo scontro si sarebbe verificato attorno alle 16.30 lungo ...
Lecce
18/06/2018
Dovrà difendersi dall’accusa nelle aule di ...
Il primario di Cardiochirurgia al “Vito Fazzi” Casali: “Col Dea crescita ulteriore della ...
clicca qui