Consorzi di bonifica, Cisl chiede la convocazione di un incontro tematico

mercoledì 23 maggio 2018

Il sindacato, unitamente alle proprie Federazioni territoriali di categoria, chiede chiarezza sull’attività del Consorzio di bonifica.

La Cisl di Lecce, unitamente alle proprie Federazioni territoriali di categoria dei lavoratori agricoli (Fai-Cisl) e dei coltivatori (Ugc-Cisl) ed all’Adiconsum, in riferimento alle attività del Consorzio di Bonifica ritiene necessario ribadire l’importanza della funzione di manutenzione del territorio, di bonifica e di cura degli assetti idrogeologici svolta dall’Ente e dai lavoratori in esso impegnati.

“L’Ente – si legge in una nota - deve riuscire però a farsi percepire dal territorio per l’importante lavoro svolto e non solo per l’emissione di cartelle esattoriali. In questa direzione sarebbe opportuna una maggiore capacità di dialogo con gli enti locali e con le comunità ricadenti nelle zone di propria competenza, al fine di condividere le informazioni sui programmi operativi e sulle attività rese e di concordare le priorità ed il programma degli interventi in ogni specifico territorio comunale interessato”.  

Importante sarebbe inoltre per la Cgil la predisposizione di un servizio di conciliazione ed una sede di precontenzioso per l’utenza, con il coinvolgimento delle Associazioni dei Consumatori, capace di fornire tutte le informazioni relative alla richiesta dei pagamenti, anche in relazione alla presenza o meno delle determinazioni e degli atti richiesti agli enti locali, diretti a sanare extra-giudizialmente tutte le situazioni di illegittimità  nella richiesta, di evitare la produzione di ricorsi generici e di ridurre così il contenzioso solo ai casi che effettivamente lo richiedano.

“Si eviterebbe così – precisano - la generazione di ricorsi massivi, che producono ulteriori costi per l’Ente e per gli utenti, oltre ad una incapacità di dialogo e di concertazione fra soggetti che dovrebbero avere lo stesso obiettivo e la stessa finalità sociale di cura del territorio e tutela degli assetti idrogeologici. È necessario, su un tema tanto importante per il territorio, per i propri cittadini e per le imprese agricole, rigenerare un clima collaborativo, basato sulla partecipazione e sulla concertazione, di questo si devono fare carico tutti i soggetti interessati, a partire da quelli istituzionali e politici”. Per tali ragioni la Cisl di Lecce, unitamente a Fai, Ugc ed Adiconsum richiede la convocazione di un incontro che miri a tracciare un percorso di dialogo per il conseguimento delle finalità sopra evidenziate.  

 

Altri articoli di "Economia e lavoro"
Economia e lavoro
20/09/2018
Verterà sul tema "Il futuro dell'energia" ...
Economia e lavoro
19/09/2018
Giuseppe Guagnano della Filt di Lecce denuncia le ...
Economia e lavoro
15/09/2018
Evento clou alle 18.30 in piazza ...
Economia e lavoro
14/09/2018
Il ministro dà forfait al dibattito pubblico con ...
Oltre alle malattie cardiocircolatorie, bisogna approfondire quelle dell’apparato ...
clicca qui