Gazebo della Lega: 10mila pugliesi si sono espressi sul governo coi Cinque Stelle

lunedì 21 maggio 2018

Soddisfazione per i vertici pugliesi della Lega per la partecipazione ai gazebo sul governo col M5S.

Circa diecimila pugliesi sono scesi in piazza per esprimersi sul governo tra Lega e M5s: sono questi i numeri annunciati dal partito di Matteo Salvini nelle piazze regionali.

Per Andrea Caroppo, segretario pugliese, della Lega si tratta di “un risultato straordinario di partecipazione” che premia “l'impegno di Matteo Salvini”: “In un fine settimana – precisa - di sole e di mare, oltre 10.000 pugliesi hanno visitato i nostri gazebo in più di 50 piazze: già questo è motivo di orgoglio e di soddisfazione in un momento in cui la politica deve recuperare il rapporto con i cittadini”.

“Inoltre – prosegue -, il 96% degli elettori ha detto SI al programma legastellato, l'unico accordo possibile per dare al'Italia un governo coerente col voto del 4 marzo. Mi auguro che, nelle prossime ore, - conclude Caroppo - lo sforzo immane profuso da Matteo Salvini per mettere in piedi un programma che contempera il 90% delle proposte dell'intero centrodestra giunga a compimento”.

“Questa – aggiunge il parlamentare salentino Roberto Marti - è una grande vittoria per la democrazia: è finito il tempo dei ‘governi tecnici’, supini agli ‘euroburocrati’. Vengono prima gli italiani con i loro problemi e le loro esigenze. Sono finiti i governi nati per difendere gli interessi di partito. Oggi, in ogni piazza italiana, abbiamo ascoltato i cittadini, quelli che ci hanno detto di andare avanti nella realizzazione di una svolta. Si parte dal basso: ascoltando famiglie e imprese. Si parte dal programma con il quale ci siamo presentati agli elettori a marzo”.

“È il tempo di pensare – aggiunge - a rimettere in piedi un Paese flagellato da oltre 10 anni di crisi economica. È venuto il tempo di smetterla di chiedere ‘lacrime e sangue’, con cui non abbiamo risolto nulla, perché il debito pubblico è aumentato. Abbiamo deciso di fare qualcosa attraverso un Contratto di Governo con un partito che ha ottenuto la percentuale più alta di voti dopo il centrodestra. Il nostro compito è di dare un governo all’Italia rispettando i risultati elettorali e gli impegni presi. Tasse più eque e semplici (Flat Tax); controllo dell’immigrazione; eliminazione della legge Fornero; pace fiscale per i piccoli contribuenti in crisi economica (perché noi non lasciamo suicidare la gente disperata, che non sa come pagare i debiti); garanzia del diritto di legittima difesa; asili nido gratuiti; ridiscussione dei trattati europei; maggiori risorse agli enti locali e potenziamento delle forze dell’ordine”.

Altri articoli di "Politica"
Politica
15/10/2018
Il premier Giuseppe Conte ha convocato parlamentari e consiglieri regionali del M5S a ...
Politica
14/10/2018
Dopo la petizione per la raccolta firme, la battaglia si ...
Politica
13/10/2018
Il coordinatore provinciale di Forza Italia commenta ...
Politica
12/10/2018
La senatrice del M5S intervistata da Radio Capital: ...
Le novità in campo protsico sono state esposte durante un convegno. L'intervista al dottor Vincenzo De Cupis, ...
clicca qui