Carabinieri “tornano” tra i banchi di scuola per un ciclo d’incontri sulla legalità

mercoledì 16 maggio 2018

Si è concluso oggi il ciclo d’incontri sulla legalità nelle scuole tra Nardò, Aradeo e Gallipoli.

Si è concluso oggi, il ciclo d’incontri sulla legalità tenuto dai carabinieri di Gallipoli presso varie scuole secondarie del Salento, di primo e secondo grado, tra Nardò, Aradeo e della Città Bella. Il seminario, iniziato nel mese di Febbraio, ha avuto ad oggetto un tema attuale quanto delicato, ovvero quello del bullismo. I militari, di classe in classe, hanno toccato tematiche decisamente essenziali per una crescita sana e matura dei più giovani.

Tutela della dignità propria e dei compagni di banco. Rispetto reciproco. Piena consapevolezza di una vita reale a discapito di quella virtuale. Uso responsabile dei social e di internet per evitare qualsivoglia forma di “cyberbullismo”.

Sono questi i principi cui hanno aderito e che concretamente hanno sottoscritto gli alunni di tutte le classi, i quali, chiamati uno ad uno dai relatori ad apporre la propria firma sulla pergamena ufficiale rilasciata alla scuola e contenente l’elenco dei principi pubblicamente letti, hanno dapprima dimostrato un po’ d’emozione, per poi partecipare con sincero e vivido interesse, condividendo all’unanimità l’idea di responsabilizzarsi a vicenda, stipulando un patto con i docenti ed i carabinieri, all’insegna del rispetto del prossimo e della legalità, ricevendo infine l’agognata menzione d’onore di “Classe Debullizzata”.


Altri articoli di "Società"
Società
24/06/2019
Nuovo sollecito da parte del portavoce del Comitato ...
Società
23/06/2019
Grande gioia il consigliere regionale che nel 2015 perse, in un incidente stradale, la ...
Società
23/06/2019
A partire dalle 18 il laboratorio di tessitura collettiva, ...
Società
20/06/2019
Finanziato il progetto per il Centro per la legalità. Soddisfatto il sindaco ...
Lasciamo i nostri piccoli liberi sulle spiagge, se abbiamo la possibilità di portarli spesso a mare, senza ...
clicca qui