Insetticidi, Fitto e De Castro stanno con Salvemini: “Si deve scegliere tra scienza e santoni”

martedì 15 maggio 2018

Nota congiunta degli europarlamentari Raffaele Fitto (Conservatori e Riformisti Europei) e Paolo De Castro (progressista di Socialisti e Democratici) sulla vicenda degli insetticidi: “Bene ha fatto il sindaco di Lecce”.

Basta “santoni” nell’Agricoltura pugliese: è il messaggio che arriva in una nota congiunta degli europarlamentari, Raffaele Fitto (Conservatori e Riformisti europei) e Paolo De Castro (Socialisti e Democratici), riferendosi a quanti hanno impedito di mettere in atto il Piano di eradicazione degli ulivi infettati dalla xylella o presenti nella zona cuscinetto e che oggi “hanno iniziato una nuova  crociata contro l’uso dei fitofarmaci previsti nel decreto del Ministero dell’Agricoltura proprio come misure di emergenza per la prevenzione, il controllo e l’eradicazione della xylella fastidiosa nel territorio della Repubblica Italiana”.

“Dopo i disastri procurati in questi anni – affermano - è ora di dire chiaramente se si sta con la Scienza o si deve correre dietro a pseudo ambientalisti che, purtroppo, in alcuni casi rivestono anche ruoli pubblici e quindi producono danni peggiori con i loro provvedimenti”.

“Gli insetticidi previsti – proseguono - nel decreto sono autorizzati non solo dal Ministero della Sanità, ma dalla Commissione Europea che affida all’EFSA (Autorità europea per la sicurezza alimentare) il minuzioso controllo che viene svolto da un gruppo di scienziati altamente qualificati. Noi ci fidiamo di loro! Ci fidiamo della parole di chi, come il professor Martelli, oggi spiega che sono da sempre stati usati (anche nell’agricoltura biologica) e che i risultati, quelli positivi, che la nostra Agricoltura ha raggiunto negli ultimi 50 anni è dovuto anche al loro uso”.

“E allora bene ha fatto il sindaco di Lecce – proseguono - a non imbarcarsi in questa crociata senza senso e senza scienza. Chi ha ruoli istituzionali non dovrebbe mai cavalcare ondate populistiche così pericolose che nel Salento hanno già prodotto danni irreparabili”.

Altri articoli di "Ambiente"
Ambiente
25/05/2018
Fototrappole in azione nelle marine di Nardò: ...
Ambiente
25/05/2018
Una lettera è stata inviata al sindaco di Tricase, ...
Ambiente
25/05/2018
Questa settimana Quartieri puliti, curiamo insieme la ...
Ambiente
23/05/2018
Dal 25 al 27 maggio tanti gli appuntamenti in Puglia, dal ...
Pericolosissimo anche quello passivo: 4000 sostanze nocive nell’aria e nel corpo. Il fumo fa male anche ai ...
clicca qui