Lavoratori reintegrati dal giudice, Monteco riassume quattro addetti

martedì 15 maggio 2018

A seguire la vertenza, la segreteria Fit Cisl Lecce insieme agli studi associati degli avvocati Salvatore e Claudio Spano e Maurizio Valentini

Quattro lavoratori del settore Igiene Ambiente delle ditte Monteco S.r.l. di Casalabate  e Ambiente & Sviluppo di Cavallino sono stati reintegrati in servizio dopo il loro licenziamento avvenuto nei mesi scorsi durante il passaggio di appalto.

Si tratta di una decisione stabilita con le sentenze emesse dai Giudici del Tribunale di Lecce che hanno condannando le aziende, al riconoscimento del diritto all’assunzione, ai sensi del contratto nazionale Fise Assoambiente.  La decisione dei giudici è giunta dopo una lunga vertenza legale che la segreteria Fit Cisl Lecce insieme ai lavoratori ed agli studi associati degli avvocati Salvatore e Claudio Spano e Maurizio Valentini hanno portato avanti in questi mesi per il legittimo riconoscimento del mantenimento del posto di lavoro dei dipendenti.

“Esprimiamo ampia soddisfazione per l’ottimo risultato ottenuto in questi giorni da parte della nostra categoria - afferma a nome di tutta la segreteria Giovanni Conoci, segretario generale Fit Cisl Lecce -  per il difficile conflitto giuridico e il positivo obiettivo che è stato raggiunto. Questo risultato ha un valore elevatissimo per il sindacato Fit Cisl di Lecce, regionale e nazionale anche perché, nel periodo di emanazione della legge ‘jobs act’, era molto difficile far rispettare le regole concordate nel contratto nazionale”.

Immagine di repertorio

 

Altri articoli di "Economia e lavoro"
Economia e lavoro
09/12/2018
Gli amministratori a confronto con cittadini e con il ...
Economia e lavoro
09/12/2018
Un corteo di trattori ha sfilato per la 68esima edizione ...
Economia e lavoro
09/12/2018
Designato il consulente per il tavolo ministeriale sulla ...
Economia e lavoro
07/12/2018
Daniela Fumarola, segretaria generale della Cisl Puglia, ...
La campagna di vaccinazione Asl contro il Fuoco di Sant’Antonio è già cominciata, ma non tutti sono ...
clicca qui