Sguardo nella chiesetta ritrovata, tra affreschi e angeli in cartapesta

lunedì 14 maggio 2018
Ecco cosa cela la chiesetta della Natività della Vergine di Lecce, aperta al pubblico per pochi giorni grazie ad Italia Nostra.

Uno sguardo dentro la chiesetta ritrovata.
La chiesa della Natività della Vergine, in via Idomeneo, ha eccezionalmente aperto battenti per poche ore grazie all'iniziativa di Italia Nostra. Lo straordinario monumento -  restaurato ma chiuso da decenni - cela al suo interno splendidi esempi di arte sacra. Una bellezza catturata dall'obiettivo di chi ha avuto la fortuna di visitarla, come Mario Cazzato, che a compendio delle sue foto scrive: 
"Oltre alla teoria di archetti sul fianco esterno della chiesa, della sua redazione quattrocentesca sono emerse due colonnine ottagonali e qualche brandello di affresco. Notevolissima la teoria di angeli in cartapesta (1780 ca.) che sul cornicione interno sembrano danzare conferendo un senso di leggerezza e luminosità a questo magnifico interno ricostruito tra 1780 e 1783, uno degli ultimi echi del barocco leccese. Al suo interno, ora, dovrebbero ricollocarsi le altre statue in cartapesta ora esposte nell'omonimo museo del castello di Carlo V. Non c'è notizia, invece, dell'antichissimo e miracoloso Cristo alla colonna, ligneo, che fotografai negli anni novanta".

"Un altro gioiello della città recuperato di proprietà della Curia " scrive invece il sindaco Carlo Salvemini "che oggi Italia Nostra fa scoprire ai tanti che non la conoscono e riapre a quanti ne avevano un ricordo lontano. Andateci, ne vale la pena".

 
 
Altri articoli di "Luoghi"
Luoghi
10/08/2018
La Fondazione con il Sud ha dato il via alla seconda fase ...
Luoghi
09/08/2018
L'11 agosto il musicista salutareà l'alba di Otranto: ospite della ...
Luoghi
09/08/2018
Promozione e cultura nel Centro storico di Matino sabato 11 ...
Luoghi
07/08/2018
Saranno fruibili da domani, negli orari di apertura della ...
L’amnesia dissociativa transitoria fa dimenticare i bimbi in auto: un altro morto in Spagna. La psicoterapeuta ...
clicca qui