"Io sono l’a-more", viaggio nel mondo del silenzio nel nuovo romanzo di Giovanna Politi

martedì 24 aprile 2018
Intervista a Giovanna Politi: la sua esperienza di scrittrice alla scoperta del mondo dei non udenti.

Un romanzo che educa a un nuovo “sentire” oltre l’udibile, la narrazione sensuale, passionale, ma anche dolorosa della natura umana in tutte le sue fragilità e in tutta la sua contraddittoria bellezza. Questo è "Io sono l'a-more", l'ultimo lavoro della salentina che mette al centro della narrazione la storia di Livia, una ragazza sorda dalla nascita che conduce il lettore nel suo mondo silenzioso, dove segnando con mani veloci come rondini in volo, condivide il suo mondo di donna-isola, il suo rapporto speciale con la mamma, quello magico con la nonna, quello rabbioso con un padre assente che poi recupera scoprendosi libera da ogni rancore, quello con la poesia che le esplode dentro servendovi dell’aria salmastra come vettore per ogni sua emozione. Livia che ama Lorenzo, l’amore infedele che si scontra con tutti i falsi perbenismi, ma che cede il passo, dopo la passione più incontrollata, al sentimento umano della compassione e del dono.

La prima presentazione ufficiale del romanzo è in programma per il 4 maggio alle ore 18.30 presso l’Hotel Hilton a Lecce. L'appuntamento andrà oltre la tradizionale narrazione perchè offrirà ai presenti un'esperienza sensoriale, per avvicinare anche chi non è sordo ad entrere nel mondo dei non udenti. 

A raccontare il libro, la scrittrice Giovanna Politi, Manuela Pede, che ha accompagnato la scrittrice nel mondo dei non udenti, e il presidente dell'Ens Martino D'Amico.

Altri articoli di "Redazionali"
Redazionali
27/08/2019
Una casa in Puglia, un investimento per il futuro Le ...
Redazionali
13/08/2019
Lo stile Shabby chic ha preso molto piede negli ultimi anni, grazie ad ambienti ...
Redazionali
07/08/2019
Ogni volta che la ormai nota bolla Bitcoin crea scalpore e finisce in prima pagina per ...
Redazionali
19/07/2019
Tutte le novità introdotte dalle auto ibride ed ...
“La cosa importante è che gli adulti si rendano conto della pericolosità delle liti davanti ai ...
clicca qui