Prevetour, domenica in piazza Sant’Oronzo visite gratuite senza prenotazione con vari specialisti

giovedì 19 aprile 2018

L’intervista al dottor Antonio Palumbo, primario F.F. Orl. “Vito Fazzi” di Lecce.

Domenica 22 aprile, tutti in piazza Sant’Oronzo, dalle 10 alle 20, senza prenotazione, né file al Cup o lunghe liste d’attesa: saremo tutti liberi di controllare il nostro udito, la gola, la postura o altro con specialisti dotati di pazienza e molti anni di professione alle spalle. Per il secondo anno consecutivo il Preventour attraversa il sud Italia, ma questa volta il “villaggio della prevenzione” parte da Lecce. L’iniziativa è organizzata dall’Associazione “Europa Solidale” Onlus, presieduta dal dottor Giuseppe Russo, medico neurologo e direttore sanitario della Cittadella della Carità, Fondazione San Raffaele di Taranto: questa Onlus dal 2016 offre cure mediche specialistiche e dentarie ai meno abbienti in propri laboratori. Sono tanti i medici che danno una mano e che si impegnano gratuitamente a prestare servizio. Tutti questi volontari stanno cercando di costruire una rete sempre più grande. L’iniziativa è finanziata da privati: imprese che operano nel campo sanitario. Sempre la stessa associazione distribuisce cibo alle famiglie indigenti utilizzando il surplus delle mense ospedaliere: in tre anni sono stati consegnati circa 28 mila pasti caldi.

LA PREVENZIONE, I MEDICI IN CAMPO E LO SCOPO DELL’INIZIATIVA

Spesso la pigrizia, la mancanza di soldi, le lunghe liste d’attesa o gli impegni quotidiani ci fanno dimenticare della nostra salute. Invece fare un check-up ogni tanto è fondamentale, soprattutto dopo i 50 anni. Preventur 2018 nasce proprio per promuovere la cultura della prevenzione, portando i medici, nel week-end, direttamente dal cittadino. In piazza Sant’Oronzo sarà allestito un villaggio della prevenzione con una tenda della Croce Rossa Italiana, che avrà un ruolo da protagonista: infatti, si svolgeranno anche dimostrazioni di primo soccorso. I cittadini potranno sottoporsi a esami audiometrici per la prevenzione dei disturbi del sistema uditivo, nonché controlli sulla postura, pressione, glicemia, in un clima festoso con intrattenimento per i più piccoli.  In piazza ci sarà anche il dottor Alfonso De Carlo, medico specialista ortopedico che effettuerà visite gratuite controllando la postura insieme al personale PROMED. Nel PrevenTour 2018 inizia un’importante collaborazione che, fortemente voluta dal Professor Giancarlo Logroscino, Ordinario di Neurologia dell’Università di Bari e Direttore del Centro Malattie Neurodegenerative UNIBA/Azienda Ospedaliera “Panico” di Tricase, vedrà sottoporre i cittadini a un test che valuta la funzionalità cognitiva (abilità di memoria, attenzione, funzioni esecutive, linguaggio e visuospaziali) e somministrare loro un questionario di percezione soggettiva di disturbi cognitivi.

LA DIREZIONE SCIENTIFICA AL PRIMARIO DEL FAZZI, IL DOTTOR PALUMBO

A Lecce la direzione scientifica del PrevenTour 2018 è del dottor Antonio Palumbo, il primario facente funzioni del reparto di Otorinolaringoiatria dell’Ospedale “Vito Fazzi” di Lecce che sarà personalmente in piazza con alcuni suoi collaboratori per realizzare gratuitamente audiometrie e visite dell’apparato uditivo ai cittadini. Queste attività, in particolare, saranno realizzate nel Laboratorio mobile di audiometria della Maico e della Otosalus, aziende che sostengono l’iniziativa. È importante portare la prevenzione delle patologie dell’apparato uditivo direttamente nelle piazze per sensibilizzare i cittadini: secondo una recente indagine condotta a livello nazionale, infatti, più della metà degli italiani, il 54% del campione intervistato, non si è mai sottoposto al test audiometrico, mentre il 31% negli ultimi 5 anni ha effettuato solo un test dell'udito.

Eppure l’11,7% della popolazione italiana, oltre uno su dieci, presenta problemi uditivi, che vanno da una lieve ipoacusia a una vera e propria sordità passando per gli acufeni, ovvero i fastidiosi fischi nell'orecchio.

È un fenomeno tradizionalmente associato all’invecchiamento, ma che negli ultimi anni sta interessando un numero sempre maggiore di giovani, complici l’eccessiva rumorosità di determinati ambienti e stili di vita poco salutari, tanto che l’Associazione “Europa Solidale” Onlus ha intenzione di sviluppare il PrevenTour 2018 anche negli istituti scolastici.

L’INTERVISTA AL DOTTOR ANTONIO PALUMBO, PRIMARIO F.F. ORL. “VITO FAZZI” DI LECCE

Dottore, molto spesso si sottovalutano i problemi dell’udito, fino a quando non diventano gravi.

“E’ proprio per questo che stiamo lavorando sull’iniziativa di domenica: per dimostrare quanto sia importante la prevenzione, non solo in campo otorinolaringoiatrico, ma per tutte le patologie, dalle malattie oncologiche a quelle auto-immuni a quelle allergiche. Fare prevenzione significa spesso evitare le malattie con le loro complicanze. Fare prevenzione significa alleviare le sofferenze e le conseguenze dei nostri cittadini e consentire un notevole risparmio per le casse della sanità pubblica”.

Quali sono i campanelli d’allarme del nostro organismo, che dobbiamo saper ascoltare, per non avere problemi con l’udito?

“Appena si comincia ad avvertire la presenza di un acufeni o disturbi banali, come quando una persona ci parla ma non capiamo le parole, bisogna intervenire. In questi casi bisogna rivolersi subito al medico”.

In questo campo qual è l’età in cui bisogna alzare la guardia?

“Sicuramente dopo i 50 anni, ma bisogna comunque fare un controllo anche prima. Bisogna stare attenti soprattutto alle persone esposte ai rumori, specie in ambiente lavorativo”.

Domenica cosa succederà?

“Ci saranno delle postazioni con screening audiometrici e ci sarò io che controllerò se sarà necessario approfondire o meno una questione posta dai pazienti”.

G.G. 

Altri articoli di "Salute Sette"
Salute Sette
17/08/2018
Si tratta della forma più grave di acne, che compare spesso tra 20 e 30 anni: ecco ...
Salute Sette
16/08/2018
Rischio Epatite A ed escherichia coli se l'igiene è ...
Salute Sette
14/08/2018
L’amnesia dissociativa transitoria fa dimenticare i ...
Salute Sette
13/08/2018
A Lecce la nuova tecnologia per perdere peso in maniera ...
Si tratta della forma più grave di acne, che compare spesso tra 20 e 30 anni: ecco cosa c'è da sapere per ...
clicca qui