Assegni di cura, erogato contributo per i primi 504 utenti

mercoledì 18 aprile 2018

Verificato l’80% delle domande ricevute e già liquidate le risorse per primi 504 utenti, in arrivo altri 155 contributi.

ASL Lecce sta procedendo al completamento dell’iter riguardante gli Assegni di cura. Delle 2195 domande pervenute ne sono state esaminate 1677, ossia circa l’80 per cento, ed è stata già disposta, con tre diverse delibere (n. 300 del 28 febbraio 2018, n. 582 del 22/03/2018 e n. 767 16/04/2018), l'erogazione del contributo per i primi 504 utenti. Le somme sinora erogate dalla Regione Puglia alla ASL Lecce consentono di soddisfare complessivamente 572 domande.

In queste ore è in fase di approvazione il provvedimento amministrativo per l'erogazione di ulteriori 155 assegni di cura, facendo salire a 659 il numero delle istanze definite e liquidabili.

Il presidente Emiliano ha infatti garantito un ulteriore incremento delle risorse destinate agli assegni di cura per disabili gravissimi, di cui alla delibera di giunta regionale n.1152 dell'11 luglio 2017, il che permetterà alla ASL Lecce di erogare il contributo ad una platea complessiva di 900 utenti.

Allo stato attuale, la valutazione sanitaria delle istanze è stata conclusa nella maggior parte dei dieci Distretti Socio Sanitari leccesi ed è in dirittura d’arrivo solo per quei Distretti che, per l’elevato numero di domande ricevute e vista la complessità della procedura, hanno richiesto più tempo.

In ogni caso, per poter procedere all’erogazione dell’ultima tranche di contributi agli aventi diritto, è indispensabile completare la valutazione di tutte le restanti domande, obiettivo che ASL Lecce conta di poter raggiungere in tempi ragionevolmente ravvicinati.

 

Altri articoli di "Sanità"
Sanità
05/08/2019
Una “fermata” per cambiare il pannolino e fare ...
Sanità
05/08/2019
Sedici gli operatori a lavoro per tutto il mese di agosto. Il servizio gratuito di ...
Sanità
27/07/2019
Tecniche nuove “made in Salento” e ...
Sanità
26/07/2019
Installati cinque nuovi defibrillatori nelle strutture ...
Dopo il caso di Bibbiano, si è acceso un faro sugli affidi in tutta Italia. Abbiamo ascoltato un professore ...
clicca qui