Si chiude il Festival del Cinema Europeo: oggi Jasmine Trinca

sabato 14 aprile 2018

L'attrice questa sera riceverà l'Ulivo d'oro alla carriera. A seguire avrà inizio la cerimonia di chiusura e premiazione del Festival.

Giornata di chiusura della XIX edizione del Festival del Cinema Europeo, diretto con  Jasmine Trinca per la sezione “Protagonisti del cinema italiano” e Carlo Verdone che consegnerà il Premio dedicato al padre giunto quest’anno alla IX edizione.

Il direttore Alberto La Monica ha annunciato le date della prossima edizione che si terrà dall’8 al 13 aprile 2019. 

A partire dalle 20 sul palco della sala 1 Jasmine Trinca dialogherà con il pubblico in un incontro condotto da Laura Delli Colli e le verrà consegnato l’Ulivo d’Oro alla Carriera.  A seguire avrà inizio la cerimonia di chiusura e premiazione del Festival.

Al termine della consegna dei riconoscimenti di questa edizione sarà proiettato "Fortunata" di Sergio Castellitto con cui la Trinca si è aggiudicata il David di Donatello 2018.

Oltre al regista che riceverà il Premio Mario Verdone e agli autori, produttori, attori e a tutte le istituzioni,  sul palco saranno presenti anche i giurati di questa edizione: Beki Probst, Eleni Androutsopoulou, Adriana Chiesa Di Palma, Antonella Gaeta, Dubravka Laki? per l’Ulivo d’Oro “Premio Cristina Soldano al Miglior Film”; Marta Ba?aga, Tim Lindemann, Ignazio Senatore per il Premio Fipresci; Guillaume Calop, Françoise Lentz, Altijana Mari? ?or?evi? per il Premio Cineuropa; Laura Delli Colli per il Premio SNGCI al Miglior Attore Europeo; Paolo Spina, Lia Furxhi, Davide Barletti, giuria del Concorso di cortometraggi Puglia Show, per il Premio CNC, Premio Augustus Color; Maria Federica Lo Jacono e Manuela Rima per il Premio Rai Cinema Channel di Puglia Show; la Giuria composta dagli studenti del Cineclub Universitario per il Premio Unisalento; i registi Roberto De Paolis, Simone Godano e Antonio Padovan, e Carlo, Luca Verdone per il Premio Mario Verdone; Alessandro Greco per il Premio Emidio Greco.

Alle 18 (sala 2) sarà presentato in anteprima nazionale "Respiri" di Alfredo Fiorillo, che racconta la storia di un ingegnere quarantenne che, dopo una misteriosa disgrazia si ritira a vivere in un paese sul lago d’Iseo. Con la figlia ancora piccola vive in un’antica villa di famiglia, ma nella casa c’è anche un’altra misteriosa persona di cui si percepisce soltanto l’eco del respiratore che la tiene in vita. Al termine della proiezione il regista incontrerà il pubblico con la presenza degli attori Pino Calabrese ed Eva Grimaldi, la produttrice Angela Prudenzi, la distributrice Lucy De Crescenzo.

L’ultimo appuntamento con "Omaggio al Sessantotto", sezione curata da Luciana Castellina e Carlo Verdone, alle 20.30 (sala 5) in programma il film di Bernardo Bertolucci "The dreamers" (UK-Francia-Italia, 2003).

Per concludere gli appuntamenti con "Cinema e Realtà" domani alle 18.30 (sala 3)" Road to Myself" di Alessandro Piva, un film di viaggio sui più suggestivi itinerari culturali di Basilicata, Calabria, Campania, Molise e Puglia che accompagna lo spettatore alla riscoperta di inediti scorci di questi straordinari cammini.

In chiusura della sezione dedicata alla "Commedia Europea" alle 18 (sala 5) verrà proiettato "Les grands esprits" (Francia, 2017) di Olivier Ayache-Vidal, una commedia che narra le vicende di François Foucault, un professore associato di lettere presso il prestigioso Liceo Henri IV di Parigi, inviato, per motivi politici, per un anno in un istituto della banlieue parigina. Forte della sua esperienza e delle sue idee preconcette, è convinto che presto sarà in grado di indirizzare per la retta via i giovani alunni e che, per la maggior parte, il suo obiettivo consiste nell’insegnare quel rigore che è stato troppo a lungo trascurato. Al termine della proiezione il regista incontrerà il pubblico.

Proseguono le retrospettive dei protagonisti del cinema europeo e italiano; per l’omaggio a Jasmine Trinca "The gunman" (USA-Spagna-Uk-Francia, 2015) di Pierre Morel; per Kim Rossi Stuart il film "Cuore cattivo" ((Italia, 1995) di Umberto Marino e "Piano, solo" (Italia, 2007) di Riccardo Milani. Per Michael Winterbottom verranno proiettati i film "Jude" (Uk, 1996) e "Meredith: the face of an angel" (Uk-Italia-Spagna-USA, 2014), mentre per la regista ungherese Ildikó Enyedi "The mole "(Ungheria, 1987) e a seguire "Tamas et Juli" (Ungheria-Francia, 1997).

Dalle 11.00 in sala 3 l’ultimo appuntamento per la sezione "Short Matters!", la rassegna dei cortometraggi che hanno avuto la nomination al "Best European Short Film Award 2016" dell’European Film Academy.

 

In sala 4 a partire dalle 18 continua la rassegna "Festival in corto", che comprende la proiezione dei corti della sezione "Puglia show" (in concorso e fuori concorso), "Premio Emidio Greco" e lavori realizzati dagli allievi della Scuola Nazionale di Cinema.

 

Altri articoli di "Cinema"
Cinema
16/07/2018
Oggi, alle 20.30, nel castello di Corigliano incontri, ...
Cinema
15/07/2018
Dal 18 al 21 luglio a Specchia prenderà vita la ...
Cinema
12/07/2018
Continua la rassegna promossa dalla Regione Puglia e ...
Cinema
09/07/2018
"Vive le Cinéma" approda a Lecce: da ...
Allergie, evitare le tragedie attraverso la consapevolezza. L'allergologo Minelli: "Smettiamo di dire che le ...
clicca qui