Senza conservanti e a lunga lievitazione, la “Colomba” di Lolli in edizione limitata

mercoledì 28 marzo 2018

Il tecnologo alimentare magliese ha prodotto il tipico dolce pasquale usando ingredienti di altissima qualità.

Solo 30 esemplari per un prodotto dolciario che si ispira all’antica tradizione della pasticceria e della panificazione d’autore. È questo l’intento di Massimo Lolli, esperto tecnologo alimentare, che per la Pasqua 2018, ha deciso di promuovere il dolce tipico pasquale, senza additivi, e utilizzando solo ingredienti di altissima qualità.

Due i formati, da 750 grammi e da 1 Kg, per le “Colombe” lavorate artigianalmente a Maglie nel laboratorio di Artemea, in via Gioacchino Toma, dove è nato un prodotto morbido e altamente digeribile.

“Preparate con lievito madre rinfrescato - spiega Lolli - sono lentamente impastate senza aggiunta di acqua con semola di grano duro prodotto in Capitanata, tuorlo d’uovo, burro di altissima qualità, cubetti d’arancia, glassate dopo una lunga lievitazione con albume d’uovo, mandorle, zucchero e messe a cuocere in forno”.

Massimo Lolli è figlio d’arte: dapprima il nonno Francesco più conosciuto come “Chicchi” aprì il primo forno a Poggiardo nel 1920, poi nel 1965, il padre Emanuele si trasferì a Maglie dove iniziò tradizione del forno “uLolli”, ripresa oggi dal figlio e dai nipoti Maria Rita e Emanuele.

 

Altri articoli di "Enogastronomia"
Enogastronomia
20/09/2018
Venerdì 21 settembre alle Knos appuntamento con il ...
Enogastronomia
14/09/2018
La salentina in gara nella puntata del 21 settembre su Rai ...
Enogastronomia
05/09/2018
Lutto nel mondo dell’enologia pugliese: è ...
Enogastronomia
01/09/2018
Domenica 2 settembre, secondo appuntamento con “Maru ...
Cause scatenanti, percentuali di mortalità e precauzioni.   La storia di una paziente salentina morta ...
clicca qui