Un calcio alla pancia della compagna per farla abortire, in manette 32enne magliese

giovedì 22 marzo 2018

I carabinieri hanno eseguito ieri, un’ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari emessa dal tribunale Lecce, con l’accusa di maltrattamenti in famiglia.

Sono stati i carabinieri a interrompere l’incubo di una donna, da tempo sottoposta ai maltrattamenti di G.N., 32enne.

L’uomo, dal mese di agosto, fino alla fine del mese di gennaio scorso, aveva iniziato a molestare la compagna, creando un clima di sopraffazione. In un’occasione, dopo una violenta discussione, il 32enne non ha esitato a tirare un calcio al ventre della donna incinta, oltre a lanciarle addosso vari suppellettili nel tentativo di causare un’interruzione di gravidanza. L’uomo dopo le formalità di rito è stato sottoposto regime arresti domiciliari presso proprio domicilio.

 

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
16/10/2018
L'operazione "I soliti sospetti" si è ...
Cronaca
16/10/2018
È stato arrestato nell’ambito ...
Cronaca
16/10/2018
Il provvedimento della Asl di Lecce nei confronti del dirigente dell'Unità ...
Cronaca
16/10/2018
L’uomo è stato fermato dai carabinieri dopo ...
L’influenza ogni anno costa alle casse dello Stato 10 miliardi di euro. Intervista al responsabile Igiene e ...
clicca qui