Mercato Piazza Libertini: “Più di 800mila euro di Tosap non pagata dai commercianti”

martedì 20 marzo 2018
Il consigliere comunale di Lecce Città Pubblica, Gabriele Molendini, torna sul caso del progetto di spostamento dei commercianti a Settelacquare e denuncia: “Il 90% delle postazioni ha arretrati Tosap”.

Debiti nei confronti del Comune di Lecce superiori agli 800mila euro totali per il mancato pagamento della tassa per l’occupazione degli spazi pubblici: è quanto dovrebbero versare molti commercianti del mercato di Piazza Libertini. A comunicarlo in un post su Facebook è il consigliere comunale di Lecce Città Pubblica, Gabriele Molendini, che tra gli argomenti per sostenere l’impossibilità di discutere ulteriormente lo spostamento dei commercianti nelle strutture di Settelacquare, evidenzia come sia inammissibile che tra quanti puntano i piedi e vogliano negoziare con l’amministrazione esista chi per anni non abbia pagato la Tosap, “generando fino ad oggi un debito complessivo verso la città per oltre 833mila euro”.

“Su 68 postazioni – afferma - circa il 90% ha arretrati Tosap, spesso molto cospicui. A volte di parecchie decine di migliaia di euro. Salvo quei pochi che hanno arretrati entro i 5.000 euro (sono una manciata) per i quali si può pensare ad uno stato di difficoltà, come è possibile che gli altri con somme identiche da pagare, non abbiamo assolto ai loro debiti Tosap da anni e anni e ritengono di essere in diritto di dettare la loro volontà ad una città intera?”

“Prima dei diritti – prosegue - vengono sempre i doveri. Quelle somme non versate (e si badi bene che non è la difficoltà di un anno particolare, ma spesso l’accumularsi di debitorie per anni di mancati pagamenti) sono soldi pubblici. Sono denari sottratti alla disponibilità di una comunità che non ha potuto utilizzarli per il bene comune. Per il vantaggio di tutti. Senza dimenticare che si tratta anche di concorrenza sleale a danno di tutti quegli altri esercenti che invece di occupare aree pubbliche senza pagare la Tosap fanno quotidianamente fronte con sacrificio a tutti gli oneri del loro commercio. Il che è profondamente ingiusto”.

 

Altri articoli di "Politica"
Politica
16/07/2018
La giunta di Nardò ha approvato una lista di cinque luoghi da destinare alla ...
Politica
15/07/2018
Scrive Cosimo Leo, responsabile della comunicazione ...
Politica
12/07/2018
In Consiglio comunale la maggioranza ha approvato anche ...
Politica
12/07/2018
Venerdì 13 luglio 2018 - ore 10.30, nell'Aula Magna ...
L’oncologo Giuseppe Serravezza: “Abbiamo un numero altissimo di malati nel Salento: la prevenzione si fa ...
clicca qui