“Una vita da social”: a Lecce la campagna contro cyberbullismo e i pericoli della rete

martedì 13 marzo 2018

Avviata la campagna educativa itinerante sui temi dei social network con particolare attenzione al fenomeno del bullismo:47 le tappe previste sul territorio nazionale e europeo, il 15 marzo manifestazione a Lecce. 

È ripartita “Una vita da Social” la più importante e imponente campagna educativa itinerante realizzata dalla Polizia postale e delle comunicazioni per sensibilizzare e prevenire i rischi della Rete per i minori, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e del Garante per l’Infanzia e l’adolescenza.

Secondo quanto emerso dai risultati di una recente indagine di Skuola.net e Osservatorio Nazionale Adolescenza sul corretto uso di internet, su circa 8mila adolescenti di 18 regioni italiane, il fenomeno del cyberbullismo è in crescita.

Analizzando la fascia del campione tra i 14 e i 18 anni, salgono infatti al 28% le vittime di bullismo (nel 2016 erano il 20%, quindi un aumento del 40%), mentre circa l’8,5% è preso di mira sul web e sui social (6,5% lo scorso anno, quindi un aumento del 30%). Circa l’80% di questi ultimi, è oggetto di insulti e violenze sia nella vita online che in quella reale. 

Anche a Lecce farà tappa la campagna di sensibilizzazione il 15 marzo: in piazza Sant’Oronzo la polizia chiamerà a raccolta studenti, insegnanti, genitori e chiunque fosse interessato all’argomento “perché – come ha dichiarato il questore Leopoldo Laricchia - soltanto un uso consapevole e corretto della tecnologia rende internet uno strumento di grande utilità ed un valido strumento di crescita culturale”.

“La rete è una risorsa fondamentale soprattutto per i giovani, per i quali, ormai, rappresenta un’occasione di crescita culturale e sociale, uno strumento di comunicazione, aiuto nello studio e nella ricerca di nuove informazioni” – ha commentato il Dirigente del Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni Puglia Ida Tamaccaro.

“È necessario – ha proseguito - che i ragazzi imparino ad usare Internet in maniera critica e sicura e che acquisiscano le competenze necessarie affinché navigare nel web rimanga un’opportunità e non si trasformi in un pericolo. È indispensabile, dunque, un’opera di sensibilizzazione e informazione continua non soltanto nei confronti dei giovani, ma anche di genitori che devono essere in grado di dare i giusti consigli ai propri figli, evitando di delegare loro l’uso della tecnologia senza esercitare il necessario controllo”.

 

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
20/06/2018
La coppia di origine straniera vive a Sannicola. La donna ...
Cronaca
20/06/2018
Danneggiate alcune vetrate e svuotati gli estintori. Una “bravata” che ...
Cronaca
20/06/2018
La donna, una 27enne residente a Lecce, è stata ...
Cronaca
20/06/2018
Oggi presidio e assemblea davanti ai cancelli ...
Operarsi non costa nulla, basta la prescrizione della visita ortopedica: poi lo specialista, se lo ritiene opportuno, ...
clicca qui