Invasione del terreno di gioco e scontri dopo Lecce-Carpi: arrestato 45enne di Matino

lunedì 12 marzo 2018

Finisce in carcere dopo i fatti del post Lecce-Carpi del 16 giugno 2013, al Via del Mare.

Finisce in manette a Matino un 45enne del posto, arrestato dai carabinieri sulla base di un ordine di carcerazione, emesso dopo il rigetto del ricorso in Cassazione, per danneggiamento e lancio di materiale pericoloso con scavalcamento ed invasione di campo da gioco, al termine di Lecce-Carpi, il 16 giugno 2013.

Si tratta di Antonio Carmine Angelè, condotto nel carcere di Lecce, dove sconterà due anni e quattro mesi di reclusione. 

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
25/03/2019
Gli operatori del settore chiedono la pubblicazione del ...
Cronaca
25/03/2019
Un 44enne di Copertino ha minacciato di buttarsi dal ...
Cronaca
25/03/2019
In corso la contestazione degli attivisti No Tap contro la ...
Cronaca
25/03/2019
L’uomo, ricoverato al “Fazzi”, è ...
I microtraumi possono scatenare tutta una serie di problemi tra cui la tenosinovite stenosante, un problema che ...
clicca qui