Olimpia Sbv, che riscatto: sbancata con una grande prova Ostuni

venerdì 16 febbraio 2018

Il secondo successo consecutivo per l’Olimpia S.B.V. si materializza al quinto set, nel PalaCeleste di Ostuni, dopo più di due ore di battaglia agonistica in cui lo spettacolo ha esaltato il pubblico presente e soprattutto il mattatore della serata, l’opposto galatinese Buracci (MVP con 37 punti).

Alla fine analizzando la gara c’è perfino la consapevolezza ed il rammarico, nell’entourage galatinese, di aver lasciato un punto ai padroni di casa, per un marchiano errore di valutazione arbitrale del secondo arbitro, nient’affatto in sintonia con il suo collega sul punteggio di 22 a 21 nel primo set.

L’Olimpia S.B.V. si schiera con la formazione tipo: Muccione al palleggio in diagonale con Buracci, il rientrante Guarini e Iaccarino al centro, Lentini e Corsetti di banda, il libero Pierri a registrare la difesa.

Mister Viva manda in campo la sua diagonale Balestra-Lotito, i laterali Schena e Taurisano, le due torri centrali Galdi e L’Abbate   e Sabatelli libero.

La prima frazione si caratterizza per un andamento testa a testa tra i due sestetti con leggera prevalenza dei ragazzi di Stomeo (5-8, 14-16) che poi subiscono il ritorno di Lotito e compagni. Sul punteggio di 22-21, il primo tempo vincente di Iaccarino viene convalidato dal I arbitro ma ci pensa il suo collega, dopo un colloquio, ad invalidare il punto della parità rilevando un’infrazione a rete del centrale ospite.

Le immagini evidenziano chiaramente che il fallo è addebitabile a Galdi e le proteste reiterate della panchina dell’Olimpia SBV portano ad un nulla di fatto, per di più gravato da un cartellino giallo: Galdi e Schena chiudono poi sul 25 a 21 la frazione che porta sull’uno a zero l’Orthogea Ostuni.

Nel secondo set Guarini e compagni ancora emotivamente nervosi accusano un pesante break di -7 punti (8-1), poi Muccione punta su Buracci che diventa incontenibile, portando il punteggio sul tredici pari.

Mister Viva cerca di correre ai ripari e manda in campo il giovane palleggiatore Zonno al posto di Balestra, ma il sorpasso per i salentini si concretizza ed assume ampio margine (16-22) fino ad una attenta gestione del vantaggio che porta in parità la gara con un errore di Blasi (20-25).

Ora in anossia ed in confusione è il sestetto di casa che nel terzo set accusa sempre lo svantaggio (5-8,15-18,16-21), poi una risalita a fermarsi sul 22-23, dove il diagonale stretto e potente di Schena trova la difesa acrobatica e perfetta del libero Pierri. Buracci non si fa pregare: schiaccia il punto numero 24 e con un attacco ricostruito in bagher da Lentini porta sul 2 a 1 la sua squadra.

Nel quarto parziale gli ostunesi accusano inizialmente gli attacchi ospiti in vantaggio fino al 8-7, poi Lotito e Galdi sono più prolifici e maturano un break di + 4 punti (19-15). Mister Stomeo chiama Calò a rilevare Muccione, leggermente affaticato per aver speso tanto anche in fase difensiva, ma i giallo-blù di mister Viva spinti da una tifoseria rincuorata si portano sul 24-21.

Balestra chiama Galdi ad un primo tempo violento che un Pierri perfetto difende benessimo rimandando la palla in campo avverso dove ancora il centrale salernitano questa volta chiude il set.

Si va al tie-break. È un crescendo degli atleti galatinesi sempre in vantaggio (3-7) grazie a due errori di Lotito e ad una grande difesa di Muccione. Sul punteggio di 8 -10 Corsetti viene sostituito per crampi da Petrosino; accorcia l’Ostuni portandosi sul 9-11 e alle proteste della panchina salentina per una irregolare ricezione di Sabatelli si avvantaggia di un ulteriore punto (10-11) per un cartellino rosso esposto alla stessa.

Lentini con tre attacchi consecutivi tiene a distanza i locali, mentre Galdi prima e Taurisano poi portano in parità la gara (15-15). Si va ai vantaggi: Buracci è imprendibile, Lotito tira fuori. Esplode il gruppo galatinese in una gioia incontenibile.

Un altro importante mattoncino messo su da mister Stomeo che non lascia spazio ad esultanze fuori misura. Sempre contenuto, nonostante la non facile vittoria così si è espresso a fine gara” Volevo una conferma della prestazione espressa domenica scorsa contro il Marigliano e la trasferta di oggi, contro una squadra anch’essa impegnata nella lotta per evitare la retrocessione, mi ha dato la certezza che questo gruppo sa sacrificarsi, tirando fuori carattere, grinta ed amor proprio. Comportamenti e caratteristiche che pretenderò domenica nella gara difficilissima contro la Folgore Massa Lubrense che ha travolto per 3-0 l’Erredi Taranto altra compagine invischiata nella zona retrocessione.

Tabellino

Pallavolo 2000 Orthogea Ostuni –Olimpia SBV Galatina 2 - 3 (25-21/20-25/23-25/25-21/15-17)

Galatina: Guarini 8,Corsetti 8, Rossetti ne, Iaccarino 5, Lentini 12, Apollonio Lib. ne, Muccione 4, Calò, Pierri (L). 57%, Persichino ne, Tundo ne, Petrosino 2, Buracci 37.

muri vincenti 10, errori in battuta 9, ace 5, ricezione 54%, attacco 41%

All. Stomeo; ass. A.Bray

Ostuni: Balestra 5, Sabatelli Lib. 77%, Angrisano 1, Galdi 12, Zonno, Lenoci 1, Taurisano 10, Lotito 24, Schena 11, L’abbate 13, D’Ignazio Lib., Blasi 1, Vinci.

 muri vincenti 9, errori in battuta 17, ace 2, ricezione 66%, attacco 41%

All. G.Viva; ass. R.Bianchi.

Fonte: Area comunicazione. 

Altri articoli di "Altri Sport"
Altri Sport
19/06/2018
La società salentina conquista il secondo posto nella classifica di società ...
Altri Sport
19/06/2018
Si è disputato presso il Poligono ndi tiro il derby ...
Altri Sport
18/06/2018
Podio e qualificazione per gli atleti di Nest all'Ironman di Pescara lo scorso 9 ...
Altri Sport
18/06/2018
Panorami mozzafiato e sport, binomio vincente per la settima edizione del Trofeo Ciolo ...
Un errore fare affidamento su presunte innovazioni: le tecniche per la cura della malattia sono in via di ...
clicca qui