Rifiuti sulla Tangenziale ovest, il Comune di Maglie ripulirà le piazzole

venerdì 9 febbraio 2018

Stretta contro il degrado e sanzioni per l'abbandono di rifiuti. Allo studio anche fototrappole.

“Lunedì i rifiuti abbandonati sulla tangenziale saranno rimossi, raccolti e adeguatamente smaltiti”. A parlare è il sindaco di Maglie, Ernesto Toma. “Pur non avendo alcuna competenza specifica come responsabile dell’amministrazione cittadina (i rifiuti, infatti, non si trovano nel territorio magliese) non ho potuto fare a meno di cercare un rimedio a questo malcostume di alcuni cittadini insieme all’assessore all’ambiente del Comune di Maglie, Dario Vincenti, e al dirigente del Servizio Ambiente della Provincia di Lecce, Dario Corsini. Ci sarà un intervento di bonifica che restituirà decoro e pulizia alle piazzole di sosta della tangenziale. Le persone che invece di portare i propri rifiuti negli appositi spazi dedicati alla raccolta, preferiscono usare la strada, appartiene a tutti, come fosse una discarica a cielo aperto, dovrebbero essere individuate e severamente sanzionate”.

La vicenda delle piazzole di sosta della tangenziale di Maglie trasformate in discarica è solo l’ultimo di una serie, purtroppo lunga, di episodi di degrado urbano ed extraurbano che periodicamente le amministrazioni si trovano ad affrontare.

“Purtroppo procedere alla rimozione dei rifiuti abbandonati -prosegue il primo cittadino magliese-ha un costo che ricade su tutta la cittadinanza, anche se la maggior parte degli abitanti non ha colpe. E anche in questo caso, provvedere a ripulire le piazzole di sosta della tangenziale da tutti i materiali abbandonati comporterà una spesa che, probabilmente, sarà a carico dell’ente Provincia e del Comune di Maglie.

Lancio un appello: “Oltre a segnalare, giustamente, la presenza di rifiuti abbandonati, chiunque abbia qualche elemento che dimostri la responsabilità di coloro che abbandonano i rifiuti per strada, nelle campagne o in qualunque altro luogo non appropriato, lo segnali all’amministrazione di appartenenza e agli Uffici del Comune di Maglie, per il territorio di mia competenza. Purtroppo anche nel territorio cittadino si sono registrati gesti di maleducazione, come l’abbandono dei rifiuti sui marciapiedi, talvolta anche all’ingresso della città. Stiamo studiando la possibilità di avvalerci dell’ausilio di adeguate fototrappole in modo da “immortalare” i responsabili.” 

Altri articoli di "Ambiente"
Ambiente
23/05/2018
Dal 25 al 27 maggio tanti gli appuntamenti in Puglia, dal ...
Ambiente
23/05/2018
Il presidente della Biblioteca di Sarajevo, Giancarlo Costa ...
Ambiente
21/05/2018
Ad annunciarlo con una lettera rivolta ai sindaci di ...
Ambiente
21/05/2018
Il consigliere chiede come mai la Provincia, che agisce su ...
Tutti i sintomi della “Sindrome da selfie”. Intervista alla dottoressa Silvia Perrone. Siete a cena e ...
clicca qui