Alimenti per un padre e i suoi figli, l’appello del cappellano del "Fazzi"

venerdì 2 febbraio 2018

Gli aiuti per Don Gianni Mattia si possono consegnare al centro ascolto, giorni feriali dalle 16 alle 19.

Un appello per una famiglia in difficoltà. Lo lancia il cappellano del “Vito Fazzi”, Don Gianni Mattia con un post su Facebook: “Una bella famiglia. Padre, madre e due figli.

La vita scorre felice tra alti e bassi. Ma dopo diversi anni la donna di casa, colei che è la luce in una famiglia, si ammala. Un cancro. Una patologia grave e difficile da gestire. Dopo cure, terapie e quant’altro lei muore. Il marito e padre di due figli comincia a combattere e a vivere la sua vita, ma ha perso il posto di lavoro a questo si aggiunge che il piccolo ha un problema all’intestino. Viene operato più volte. Noi siamo intervenuti più volte, ora però voglio dar loro un minimo di dignità e voglio fargli capire che noi siamo persone solidali e ricche di grande umanità.

Chiunque lo desidera mi porti beni di prima necessità. Per garantire giorni in cui non manchi il necessario per vivere... “avevo fame e mi avete dato da mangiare...”

 

Consegnate al centro ascolto, giorni feriali dalle 16 alle 19. Di fronte alla cappella piano terra ospedale Vito Fazzi, o lasciate alla portineria dell’ospedale avvisandomi in anticipo anche qui tramite messaggio privato su messenger”.

Altri articoli di "Solidarietà"
Solidarietà
03/08/2018
Martedì 7 agosto, dalle 19 nel centro antico ...
Solidarietà
02/08/2018
Venerdì 3 e sabato 4 agosto la campagna regionale ...
Solidarietà
31/07/2018
Il 7 agosto nel centro antico di Melissano cena ...
Solidarietà
13/07/2018
Lo scopo era quello di accendere i riflettori e porre l’attenzione su questa ...
Rischio Epatite A ed echerichia coli se l'igiene è scarsa: in Albania boom di casi. Il caffè in ...
clicca qui