Quota 21 collegi per “Noi con l’Italia” e Udc: chiuso l’accordo con il centrodestra

venerdì 19 gennaio 2018

La svolta nella mattinata. Il riparto nell’uninominale basato su delle ‘compensazioni territoriali’ a carico di Forza Italia.

Accordo trovato a quota 21 collegi. Si attende l’ufficializzazione da parte di Silvio Berlusconi, ma ormai l’accordo sul riparto dei collegi maggioritari tra Fi-Fdi-Lega e Noi con l’Italia-Udc è cosa fatta. “Siamo in dirittura d’arrivo”, hanno assicurato Raffaele Fitto e Lorenzo Cesa. La svolta sarebbe arrivata in mattinata dopo un vertice ristretto tra i leader centristi. Quota 21 collegi uninominali il punto di incontro (la maggior parte di fascia alta). Più, ‘fuori sacco’, riferiscono fonti parlamentari, delle ‘compensazioni territoriali’ a carico di Forza Italia, che consentiranno alla ‘quarta gamba’ di ottenere candidature in alcune regioni (Sicilia e Puglia in testa in quanto bacini elettorali di riferimento di Udc e fittiani ma anche in Lombardia) date in cessione dagli azzurri.

Un modo, insomma, per non scontentare nessuno ed evitare problemi con Lega e Fdi. Lo sblocco dello stallo nel Lazio (in campo restano Pirozzi, Gasparri e Rampelli) permetterà di passare alla composizione delle liste. 

Altri articoli di "Politica"
Politica
19/01/2019
L’ex consigliere comunale del Pd lancia un appello ...
Politica
19/01/2019
Il primo cittadino, in una lunga nota, risponde ...
Politica
19/01/2019
Riunione del partito cittadino alla presenza di Raffaele ...
Politica
19/01/2019
Risorse per l’efficientamento energetico degli ...
In questi giorni alcune testate giornalistiche stanno dando molto spazio alle “linee guida per i maschi” ...
clicca qui