Smontaggio dei lidi, riunione a Bari: verso il mantenimento delle strutture

giovedì 18 gennaio 2018

L’incontro con i vertici regionali porterà alla redazione di un nuovo protocollo con le linee guida per gli operatori.

Fumata bianca in Regione per la questione dei lidi. La lettera della Soprintendenza che chiedeva ai sindaci salentini di realizzare un elenco delle strutture presenti sul litorale, aveva creato un vero e proprio clima di preoccupazione soprattutto tra gli operatori per i costi dello smontaggio, calcolati in circa 25mila euro di media.

Oggi alla riunione convocata dalla Presidenza della Regione Puglia hanno partecipato gli assessori Raffaele Piemontese (Demanio marittimo), Loredana Capone (Turismo), e per la Segreteria di Presidenza Claudio Stefanazzi e Annamaria Curcuruto, già assessore all’Urbanistica. In sala anche le rappresentanze delle maggiori associazioni della categoria dei balneatori, tra cui CNA e SIB.

“Il problema dello smontaggio delle strutture che costituiscono i lidi a fine stagione -ha spiegato Giuseppe Mancarella, di Cna balneatori- sembrava fosse risolto già da qualche anno, grazie in primis alla puntualizzazione del PPTr (il Piano Paesaggistico regionale) che aveva sancito la possibilità del mantenimento delle strutture durante la stagione fredda, soprattutto in funzione del minore “stress” per l’ambiente: difatti, lo smontaggio e il successivo ciclico rimontaggio di cabine, tettoie e chioschi bar causa all’ambiente un danno ancor maggiore rispetto al lasciare sul posto gli stessi manufatti.

Si aggiunge che la norma che regola il funzionamento delle spiagge – l’ordinanza balneare, emanata dal Settore Demanio della Regione – già da anni prevede che la stagione balneare duri tutto l’anno, dall’1 gennaio al 31 dicembre. Qualche giorno fa però la soprintendenza del Salento si è attivata con una circolare indirizzata a tutti i comuni costieri mirata alla ricognizione delle strutture ancora montate, con il probabile scopo di una mappatura della situazione, così come richiesto mesi fa dal Ministero. L’allerta dei balneari ha quindi richiesto una urgente ricognizione normativa per scongiurare il rischio di denunce penali, che potrebbero arrivare nonostante il lavoro svolto finora”.

Dalla riunione è emerso che una norma chiara e definitiva, con un disciplinare che contenga delle linee guida altrettanto chiare, consentirebbe ai titolari dei lidi di Puglia di lavorare in tutta tranquillità per una stagione molto più lunga di quella imposta dalla soprintendenza: la destagionalizzazione turistica, tanto auspicata da tutti i settori della macchina regionale si attua anche attraverso l’erogazione di servizi balneari al di fuori della stagione canonica di soli tre mesi.

La proposta del presidente regionale Toti Dimattina di ripartire, quindi dal protocollo di intesa che nella sede della Prefettura di Lecce fu due anni orsono firmato dal Presidente della Regione, dal soprintendente delle provincie di Lecce – Brindisi e Taranto così come dal Direttore del Segretariato del Ministero (MiBACT), dal rappresentante dell’ANCI e dalle associazioni di categoria. A quel tavolo tecnico fu stabilito che i lidi possano restare allestiti e montati per tutto l’anno, per garantire una fruibilità dei servizi accessori come ristoranti e bar, ma anche per poter prendere il sole e gustare un caffè.

Il disciplinare per risolvere con una norma definitiva la questione, sarà stilato nelle prossime ore e presto condiviso dagli stessi organi che hanno costituito in precedenza il tavolo tecnico; probabilmente a garanzia del nuovo documento ci sarà ancora una volta il Prefetto di Lecce, che ha già dimostrato con l’apertura del precedente confronto, particolare attenzione alla fruibilità turistica del territorio da egli presieduto.

Altri articoli di "Economia e lavoro"
Economia e lavoro
23/02/2018
Oggi a Lecce l’assemblea unitaria dei lavoratori ha ...
Economia e lavoro
21/02/2018
Il salentino eletto ieri punta a dare rappresentanza alle ...
Economia e lavoro
17/02/2018
Coldiretti Lecce chiede ai candidati alle Politiche di ...
Economia e lavoro
17/02/2018
Lunedì 19 e martedì 20 febbraio, a partire ...
Da oggi i clienti di Banca Popolare Pugliese possono sottoscrivere i fondi Valori Responsabili di Etica Sgr. Banca ...