Parcheggio a pagamento al Fazzi: scoppiano le polemiche

martedì 9 gennaio 2018
Il provvedimento approdato in giunta ha suscitato critiche da parte di cittadini e forze politiche.  

Polemiche da più parti per la decisione dell'amministrazione comunale di realizzare un parcheggio a pagamento nell'ospedale Vito Fazzi. Il provvedimento, come annunciato dal sindaco Carlo Salvemini ieri, sarà approvato durante la riunione di giunta di questa mattina: la tariffa del parcheggio sarà di 0,60 all'ora, 1,50 per tutto il giorno. Una misura nata per contrastare il fastidioso fenomeno dei parcheggiatori abusivi.

La decisione ha suscitato una serie di reazioni negative da parte di utenti di Facebook che hanno commentato il post di Salvemini criticando la scelta e chiedendo altri tipi di provvedimenti per allontanare i parcheggiatori abusivi.

Da qui la giustificazione del sindaco: “Le aree a parcheggio sono presenti in tutti gli ospedali: la  tariffazione è la più bassa e sono previsto anche stalli bianchi oltre a quelli blu a pagamento. È evidente che la piaga dell’abusivismo richiede anche altri interventi sui quali stiamo lavorando”.

Anche il Codacons di Lecce ha criticato la scelta della Giunta Salvemini: “È un grave errore, quello di pensare di risolvere la piaga dei parcheggiatori abusivi imponendo il parcheggio a pagamento. Non solo perché chi frequenta spesso e per più ore l'ospedale finirà per rimpiangere quella piccola "tassa" data - finora anche con fastidio - all'abusivo in luogo del salasso dovuto alla sosta tariffata, ma anche perché gli abusivi torneranno quando il parcheggio a pagamento non sarà attivo, e quindi il problema tutto sarà fuorché risolto. Il Codacons porrà in essere tutte le azioni affinché si scongiuri tale evenienza.

Prego il Sindaco Salvemini di rivedere la sua posizione sulla tariffazione a pagamento dei parcheggi nel piazzale dell'Ospedale- scrive il capogruppo dell'opposizione a Palazzo Carafa Mauro Giliberti- Essendo l'area circoscritta, combattere l'abusivismo sarà possibile tramite pattuglie e videosorveglianza.

“Per combattere realmente il racket dei posteggiatori abusivi bastano controlli, pattugliamenti e, magari, un posto fisso di Polizia Municipale proprio in quel piazzale- scrive Leonardo Calò, segretario provinciale della Lega - gravare i cittadini di un altro balzello serve solo a rimpinguare le casse comunali; non risolve il problema anzi, lo sposta nelle fasce orarie “non a pagamento”.

Inoltre, ricordiamo a questa Amministrazione che, chi usufruisce del nosocomio lo fa per questioni legate alla salute propria e dei propri cari, sottoponendosi spesso ad attese snervanti, ad ore di angoscia senza la possibilità di previsione del tempo da trascorrere nei corridoi della struttura ospedaliera. Cosa farà l’Amministrazione in questo caso? Multerà i degenti che si tratterranno oltre il previsto e ai quali scadrà il parcometro!?”

Altri articoli di "Politica"
Politica
24/04/2018
Mentre in queste ore si apre un dialogo per una possibile ...
Politica
24/04/2018
L’amministrazione leccese riconosce ...
Politica
24/04/2018
Confermata la legittimità della revoca al ...
Politica
23/04/2018
L’assessore interviene sulle preoccupazioni espresse ...
Manipolazione e controllo mentale nei gruppi New Age e nelle sette: l'exit counseling per venirne fuori. Lo psicologo ...