A Galatone in scena “Il piccolo principe”: previste tre repliche

martedì 26 dicembre 2017

La rassegna del Teatro Comunale di Galatone, con la direzione artistica dell'attore e regista Salvatore Della Villa, prosegue con il fortunato spettacolo tratto dal celebre libro di Antoine de Saint-Exupéry.

Durante le feste natalizie prosegue “Teatri dell'agire", prima edizione della stagione di prosa del Teatro Comunale di Galatone, in provincia di Lecce. Martedì 26, mercoledì 27 dicembre e sabato 6 gennaio (ore 21 - ingresso 7/5 euro) tre repliche per "Il piccolo principe" di Antoine de Saint-Exupéry, fortunata produzione della Compagnia Salvatore Della Villa, giunta al suo quarto allestimento dal 2008 a oggi.

Spettacolo fedelissimo al testo originale con l'adattamento e la regia a Salvatore Della Villa, la produzione è stata autorizzata dagli eredi. Costumi e scene, realizzate dall'artista Disney Emilio Urbano, sono fedeli ai disegni originali dell'autore. Le musiche originali sono firmate da Gianluigi Antonaci, che ha cucito addosso ad ogni personaggio note e temi di grande atmosfera. In scena Salvatore Della Villa, Filippo De Carlo, Giustina De Iaco, Otto Marco Mercante, Matteo Padula, Angelo Longo e Vincenza De Rinaldis. Uno spettacolo coinvolgente che incanta i più piccoli ed emoziona gli adulti.

Una galleria di figure attualissime, metafore della condizione umana. Un allestimento dal sapore “felliniano” allegramente sognante, che incanta i più piccoli ed emoziona gli adulti. Il Narratore ci condurrà in un viaggio lungo pianeti, stelle ed asteroidi, luoghi cui i grandi hanno attribuito un numero per nome, ma dove lo spazio non è più grande di una casa. Piccoli mondi abitati da buffe mediocrità e tragiche megalomanie: l’ubriacone che beve per dimenticare la vergogna di bere; il re che per esistere ha bisogno di comandare su un pianeta abitato solo da lui; il vanitoso che si accorge degli altri solo quando questi lo ammirano; l’uomo d’affari che trascorre il suo tempo a contare le stelle, il che basta a fargliele sentire tutte sue, color giallo oro, come i soldi, con cui comprarne ancora altre; il geografo che attende i resoconti degli esploratori ed intanto ignora la geografia del proprio pianeta; il lampionaio che accende e spegne ogni minuto l’unico lampione del pianeta. Ogni Principe, l’asteroide B 612, un luogo poco più grande di una casa; su quel pianeta il Piccolo Principe custodisce un tesoro prezioso per la sua bellezza, una rosa, indifesa eppure fiera delle proprie quattro spine, delicata ed esigente, perché lui ne è responsabile per essere l’unica cosa l’uno per l’altra. Anche il Piccolo Principe ha bisogno di conoscere altri pianeti diversi dal proprio. Perché così è la vita, lui è cresciuto e d’un tratto il mondo appare senza confini. Come il deserto sul pianeta Terra, dove il serpente gli ha insegnato che il male esiste e qualche volta può servire anche a condurre verso il bene. Sulla Terra il Piccolo Principe ha scoperto un giardino fiorito di rose, dove, piangendo, ha capito che il suo fiore non era l’unico al mondo. Ma la volpe era lì per insegnargli che l’amicizia, come l’amore, è una di quelle rare cose che a dividerle si moltiplicano e ciascuna, quando è vera, resta sempre unica. Info e prenotazioni 327.9860420 - salvatoredellavilla.teatro@gmail.com

La rassegna proseguirà con Xanax di Angelo Longo con Mario Antinolfi e Claudia Ferri (20 gennaio), Mortimer e Wanda di Marina Thovez con Mario Zucca e Marina Thovez (3 febbraio), Gente di facili costumi di Nino Manfredi e Nino Marino con Antonio Salines e Francesca Bianco (17 febbraio), Quella piccola pazza cosa chiamata amore... scritto e diretto da Danilo De Santis (10 marzo), Mistero profano (L'uomo dal fiore in bocca, Sgombero, All'uscita) di Luigi Pirandello con Salvatore Della Villa, Alfredo Traversa, Gabriella Monteduro, Giustina De Iaco, Domenico Carusi e Filippo De Carlo (24 marzo), Io amo il mio lavoro di Marianna Gioconda Rotella con Tommaso Massimo Rotella (7 aprile), Un diritto... messo di traverso di e con Salvotore Cosentino (21 aprile), Le cinque rose di Jennifer di Annibale Ruccello (28 aprile), Medea di Euripide del Teatro Dell'Argo (12 maggio).

Il Teatro di Galatone, spazio polifunzionale con un piccolo foyer e circa 250 posti a sedere, riaperto al pubblico nella primavera 2016 dopo quasi 30 anni di chiusura, ospiterà anche eventi culturali, sociali, ricreativi, convegni, conferenze e proiezioni che coinvolgeranno anche le associazioni del territorio. La stagione si inserisce all’interno del più ampio progetto “Teatri dell’Agire” della Compagnia Salvatore Della Villa in fase di valutazione nell’ambito del bando regionale dell’Assessorato all’industria Culturale e turistica per lo spettacolo dal vivo e le residenze artistiche. All’interno del progetto sono stati coinvolti anche i Comuni di Spongano (con la stagione multiculturale di “Fortezza in Opera” nel Teatro Sotteraneo – Ipogeo Bacile), Ortelle (con la stagione Teatrale “Teatro Essenza” nella Biblioteca M. Paiano di Vignacastrisi), Surano (con l'edizione 2017 del festival “Terre di Mezzo”) e Melendugno (che ospiterà la residenza artistica nel Teatro “Nuovo Cinema Paradiso”).

Info e prenotazioni 327.9860420

salvatoredellavilla.teatro@gmail.com

Info e prenotazioni

Compagnia Salvatore Della Villa 327.9860420

salvatoredellavilla.teatro@gmail.com

Altri articoli di "Teatro"
Teatro
20/04/2018
Sabato 21 e domenica 22 aprile in scena il primo studio ...
Teatro
17/04/2018
Mercoledì 18 aprile, il centro multiculturale ...
Teatro
15/04/2018
Nella serata nuovo appuntamento della rassegna “Quarta Parete”. Nuovo ...
Teatro
09/04/2018
Mercoledì 11 aprile al Paisiello di Lecce la storia di Dennis Kelly.  Love ...
Manipolazione e controllo mentale nei gruppi New Age e nelle sette: l'exit counseling per venirne fuori. Lo psicologo ...