Lecce avamposto della scherma italiana. Scarso, presidente Fis: “Vorrei qui i campionati nazionali”

venerdì 15 dicembre 2017
Il presidente Nazionale della Fis (Federazione Italiana Scherma), Giorgio Scarso, in visita al  Club Scherma Lecce per omaggiare gli atleti salentini.  

“Quando tornerà nel Salento?” chiede un giovanissimo schermidore al presidente nazionale della federazione italiana, Giorgio Scarso. “Quando qui faremo le gare nazionali”.

La visita dell’uomo al vertice della federazione nazionale, oggi a Lecce ospite del Club Scherma, sa tanto di un riconoscimento al lavoro del Club salentino. I successi, ormai acclarati, raccontano di un lavoro appassionato ed indefesso, che ha portato una delle atlete – Liliana Verdesca - nei posti più alti del ranking nazionale Under 17. La scherma, considerata ancora da qualcuno una disciplina sportiva di serie B, si prende dunque la sua rivincita proprio a partire dal profondo Sud.  Le parole del presidente della Fis, ospite della struttura del Club nel nuovo Seminario, sono difatti tutte per i giovani atleti che, con disciplina e amore per questo sport, si stanno facendo largo tra i nomi della scherma nazionale. Un successo di un intero club, e non solo degli atleti di punta, come sottolinea la presidente Sari Greco, che “cura” i suoi allievi come figli. Un risultato conquistato grazie ad allenatori che, senza clamore e con grande umiltà, non dimenticano le parole d’ordine della scherma: vincere giocando, senza mai cedere alle lusinghe della superbia o ai colpi della delusione per una sconfitta.  Gli applausi sono quindi soprattutto per il Maestro Alessandro Rubino, che non nega mai una parola d’incoraggiamento ai suoi atleti.

L’occasione, oltre che per i riconoscimenti, è ghiotta anche per lanciare una serie di proposte per il territorio. La presenza del presidente della Federazione Scarso, da una parte, dei vertici della Federazione regionale con Matteo Starace e Renato Martino dall’altra, e di Paolo Foresio, assessore allo sport del Comune di Lecce, è condizione ideale per accendere un faro sulla necessità di nuove infrastrutture che permettano a tutti di approcciarsi a questo sport e che siano luogo di manifestazioni di respiro nazionale. L’assessore Foresio, dal canto suo, non si tira indietro, ribadendo l’intenzione di restituire pari opportunità a tutti gli sport e di consentirne l’accesso anche ai cittadini meno abbienti, grazie ad accordi con i club sportivi. Ma non solo, spiega, perché “è innegabile anche il valore attrattivo dal punto di vista turistico di questi eventi, come dimostrato dai recenti campionati di pesisitica ospitati dalla nostra città”. La visita del numero uno della Fis al Club Scherma si chiude dunque con un auspicio, che sa tanto di promessa: Lecce sede di gare nazionali. Per far sì che Lecce si confermi come avamposto di uno sport tanto antico quanto nobile.  

All’incontro, oltre ai delegati  FIS  e presidenti  di tutte le province pugliesi, hanno partecipato Matteo Starace, presidente del Comitato regionale FIS PUGLIA, Renato Martino, presidente della commissione Immagine e presidente comitato organizzatore Europei Cadetti e Giovani Foggia 2019, Paolo Foresio, assessore allo Sport del Comune di Lecce.

mp

Altri articoli di "Redazionali"
Redazionali
20/07/2018
Torna l'appuntamento dell'estate: dalle 21 fino a notte divertimento assicurato al parco ...
Redazionali
15/07/2018
Banca Popolare Pugliese promuove le nuove tecnologie del ...
Redazionali
14/07/2018
Appuntamento dal 20 al 22 luglio: cucina tradizionale e ...
Redazionali
12/07/2018
Il 14 e 15 Luglio Caprarica di Lecce aprirà le sue ...
Condiloma, combatterlo e prevenirlo, il professore Carlo Foresta: "Il vaccino conviene sempre". I ...
clicca qui